ALIS – header banner dal 3 febbraio al 25 marzo 2020
riempitivo gdl header

Le best practices di CEVA Logistics: the CEVA Way

0
OM STILL – newsbanner dal 1 novembre al 30 novembre 2019

CEVA Way è un progetto nato in CEVA Logistics con lo scopo di individuare quali siano i migliori processi operativi all’interno di uno specifico settore e di “creare un tool implementabile su tutti i magazzini del medesimo settore”.

Il bello delle buone idee è che, se messe in circolo e condivise, crescono e innescano un percorso di crescita che apre a nuove prospettive e opportunità prima neanche immaginabili.

Un tesoro di know how: CEVA Way

Da questa intuizione nasce il progetto CEVA Way che consente al 3PL CEVA Logistics di attingere a un tesoro prezioso di esperienza: la propria.

L’intero percorso di CEVA Way prende avvio nel 2014 e viene centralmente affidato al BPE, Business Process Excellence.

Il BPE è un team di venti risorse da sempre presente in CEVA Logistics che si occupa prevalentemente dello sviluppo di progetti speciali quali ” Managing Director Contract Logistics Italia quali start up di nuovi clienti, miglioramento di processo e molto altro, con focus sia su progetti locali sia globali come, come spiega Giuseppe Panzeri, BPE Manager di CEVA Logistics Italia che risponde direttamente ad Alberto Scagnetti, Managing Director Contract Logistics Italia

Focus sul mondo dell’automotive

Il campo d’indagine individuato è in ambito OEM con focus sulla gestione delle spare parts nell’automotive. Il tutto ha inizio con una dettagliata analisi dei processi operativi, effettuata da un partner di CEVA esperto in benchmarking di settore, verificando oltre 100 indicatori di 70 siti in tutto il mondo.

La scelta del settore automotive come ambito di ricerca è stata dettata dalla consapevolezza che si tratta per CEVA Logistics di un comparto dove il 3PL è molto attivo e presente e dove già ha sviluppato servizi con un alto standard operativo ottenendo buone performaces.

“L’analisi preliminare ci ha consentito”, spiega Giuseppe Panzeri, “di individuare gli impianti con un ottimo livello di produttività e, al contempo, di mettere in evidenza le aree di possibile miglioramento. Scendendo sempre più nel dettaglio dell’operatività, sono stati identificati i migliori processi e quindi le singole attività con le migliori performances, così da poter sviluppare best practices specifiche per ogni segmento della supply chain.

Il passo successivo è stato selezionare, a livello mondo, 8 siti pilota con elevate performances, distribuiti in Paesi diversi, e avviare il percorso di ottimizzazione di CEVA Way.

Per l’Italia il sito selezionato è stato il magazzino dedicato a Magneti Marelli a San Pietro Mosezzo (NO)”.

CEVA Way step by step

Sei sono le linee guida principali a cui ogni best practice deve rispondere per potersi definire tale: semplicità delle attività, velocità di esecuzione, sicurezza a tutela dell’operatore, standardizzazione, singole touch process per minimizzare gli sprechi e ordine per consentire il giusto posizionamento a per ogni componente.

Definita la rotta, è stato poi il momento di sviluppare il piano d’intervento, partendo dal raggruppare in 7 “cluster” le principali aree di operative sulle quali focalizzarsi per un periodo di 3 mesi ciascuna.

Le aree di attività individuate, sono state denominate “wave” proprio per rendere l’idea di come le “ondate” di ottimizzazione avrebbero innescato un processo di miglioramento progressivo, sono qui citate per ordine di intervento:
Cluster: assicurarsi di avere il prodotto desiderato nella location corretta, nell’esatta quantità, nelle migliori condizioni e al momento giusto.
Picking process: ottimizzare i flussi e le operations in fase di prelievo, minimizzando le distanze percorse dagli operatori e incrementando la produttività.
Inbound: rendere maggiormente performanti le attività di ricezione delle merci, verificando la conformità con l’atteso e collocando ogni referenza nella location corretta nel modo più efficiente.
Wave Management – Gestire la forza lavoro attraverso un planning ottimizzato permette di avere sempre sotto controllo il nostro processo.
Advanced Management – ottenere un miglior monitoraggio in tempo reale delle attività e una più efficiente gestione della qualità attraverso l’applicazione di strumenti software a supporto delle attività di gestione del magazzino.
Value Added Services – verificare l’efficacia di tutti i servizi a valore aggiunto quali kitting, co-packing, confezionamento, etichettatura assicurando il corretto allineamento con le necessità del cliente.
Warehouse Design – ridisegnare il magazzino applicando il miglior layout, i processi più funzionali e le attrezzature più adeguate garantendo la qualità delle attività e ambiente lavorativo sicuro.

Un processo di miglioramento continuo

“Per mantenere la governance del progetto”, spiega Filippo Carboni, Logistics Engineer Senior di CEVA Logistics Italia, “il gruppo di lavoro internazionale ha elaborato dei tracking che monitorano costantemente come nei 9 plant pilota si stia lavorando e dove intervenire per implementare le migliori scelte di processo.

Ciascuna valutazione è stata portata avanti tenendo sempre a mente gli obiettivi del CEVA Way ossia migliorare il servizio al cliente, valorizzare l’impiego delle nostre risorse umane e, non per ultimo, un abbattimento dei costi logistici.

Qui, presso il polo logistico di San Pietro Mosezzo, nel corso del 2016 abbiamo integrato alcuni nuovi processi e apportato molti cambiamenti in coordinamento con casa madre e supportati dal team globale”.

Francesca Saporiti

L’articolo completo è apparso sul numero di Gennaio – Febbraio 2017 de Il Giornale della Logistica. Per leggerlo richiedi la copia in pdf


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR