TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 31 agosto 2020
riempitivo gdl header

Logistica fashion: il modello di New Guards Group

0
DEA CAPITAL – newsbanner dal 3 giugno al 3 settembre 2020

La logistica al servizio della moda, una logistica chiamata a portare ordine e rigore là dove si annida il meglio e il massimo della creatività: il fashion, lo stile nel vestire.

“Il nostro lavoro – dice Michele Zucchèri, Group Operations Manager di New Guards Group – è far sì che un brand possa nascere, crescere, svilupparsi.

Gli garantiamo tutto quello che serve per trasformare la creatività in business: sviluppo prodotto, logistica, gestione amministrativa, distribuzione sia sul canale fisico che digitale, soluzioni informatiche e competenza verticale. Per ciascuno ritagliamo un abito su misura forti di un modello di business solido e replicabile”.

Una realtà giovane

Zuccheri, da vent’anni nel settore con esperienze pregresse in realtà di primo piano (tra cui Jimmy Choo, Pinko ed Etro) è manager empatico e di solida personalità. La sua competenza si dipana con geometrico rigore: “la nostra è una realtà giovane: la holding è nata nel 2015 ma già nel 2018 ha raggiunto un fatturato superiore ai 345 mil di dollari.

Una crescita impetuosa che ha generato complessità intrinseca e necessità di individuare soluzioni flessibili e mirate su ciascuno degli otto marchi rappresentati, ognuno con caratteristiche proprie ma, al tempo stesso, processi comuni”.

Il minimo comune denominatore? “Mantenere un’infrastruttura fisica, informatica e tecnologica tale da consentirci la massima flessibilità”. Si, ma in pratica?

Quando tutto ebbe inizio

Urge risalire alle origini, ripercorrere quel modello di business, riconoscibile sin dai primordi, e tale oggi da garantire pieno controllo delle attività, marginalità, efficienza: “la totale trasparenza dei dati e delle informazioni è intrinseco al nostro DNA – dice Zuccheri – e ha portato nel tempo a privilegiare l’adozione di un PLM (Product Lifecycle Management – NdR) parte integrante dell’ERP aziendale.

Si tratta di soluzioni estremamente sofisticate e che richiedono l’apporto di partner che condividano, prima ancora delle indispensabili competenze tecniche, anche una vision”.

“Non è certo un’azienda tradizionale – dice Chiara Favaretto, Product Specialist, da 25 anni in MBM, la società che ha affiancato New Guards Group (NGG) nel suo processo di crescita -: la sfida maggiore è stata la necessità di adeguare la complessità dei processi a marchi anche molto differenti tra loro per time to market e diversificazione.

Logistica fashion

Quando ci contattarono – prosegue la manager MBM – comprendemmo subito che non si trattava di informatizzare un’impresa adeguandola ai tempi, ma di affiancarla in una completa revisione dei processi”.
Il punto di inizio fu la chiarezza sull’identificazione degli obiettivi, la competenza, idee chiare sulla situazione “as is” e su quello che, insieme, avrebbero costruito: “creammo un gruppo di lavoro comune – rievoca Favaretto – e a ottobre del 2014 pervenimmo alla realizzazione di una demo.

Lo start up ebbe inizio nel gennaio del 2015. Da allora è stato un crescendo”.

Ma già la realizzazione della demo impose a committente e fornitore scelte radicali: “l’insidia maggiore? Sulla carta le problematiche di NGG non parevano così sconvolgenti – spiega la nostra interlocutrice -.

Ma a mano a mano che ci addentravamo nell’analisi intuimmo tutte le problematicità. La scelta vincente fu quella di sfruttare quanto già consolidato nel nostro ERP per aderire il più possibile ai dinamici processi di NGG, dall’anagrafica prodotti e fornitori, e contemporaneamente volare alto, immaginare un altro modo di fare le cose di sempre ma in modalità totalmente rinnovate”.

La scelta vincente

La scelta fu appunto la flessibilità e non di assumere la soluzione mirata di M\BM (Apache Fashion) come un punto di arrivo, ma di partenza: “vantavamo competenze mirate e una soluzione specifica – dice Favaretto – ma è nel nostro modo di essere approcciare ogni nuovo cliente prestando particolare attenzione alle specifiche esigenze”.

Estratto dell’articolo pubblicato sul numero di maggio 2020 de Il Giornale della Logistica


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR