DEMATIC – header banner dal 5 giugno al 5 luglio 2020
TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2020
CLS – Header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2020
riempitivo gdl header

Porto di Venezia operativo. Pino Musolino: “lavoriamo al 150%”

0
BAOLI – newsbanner dal 1 maggio al 30 giugno 2020
DEA CAPITAL – newsbanner dal 3 giugno al 3 settembre 2020
GEP – newsbanner dal 1 al 30 GIUGNO 2020

Nel corso di una affollata conferenza stampa on line, il Presidente dell’Autorità Portuale Mare Adriatico Settentrionale, Pino Musolino, ha voluto ribadire come “i porti di Venezia e Chioggia” stanno tutti lavorando al 150%” e ha voluto ringraziare tutti gli attori che rendono possibile il proseguimento delle attività.

“Garantire l’operatività del porto, in presenza dell’attuale emergenza sanitaria dovuta al coronavirus, è fondamentale per garantire la tenuta complessiva del tessuto economico del territorio”.

Il parere di Assagenti

All’incontro hanno preso parte diversi protagonisti: Alessandro Santi, presidente Assagenti Veneto, ha rimarcato come nel corso del mese di marzo si sia registrato un calo limitato delle toccate in porto così come ha evidenziato la necessità di assicurare a tutti gli operativi coinvolti la fornitura dei DPI indispensabili.

“Ora come mai – ha concluso Santi – è inderogabile assicurare la circolazione dei prodotti necessari a cominciare dalle materie prime ad uso alimentare e per l’energia”.

Il ruolo di Confetra

Paolo Salvaro, presidente Confetra Nord Est, ha ringraziato “tutti coloro che con abnegazione stanno lavorando in porto onde garantirne la continuità operativa.

Mai come ora l’appello è di non rischiare mai di mettere in pericolo la propria salute”. Il problema, a parere di Salvaro, non è solo legato all’emergenza attuale, ma “al suo impatto per i prossimi mesi, impatto che potrebbe essere devastante”.

Parla Fedespedi

Andrea Scarpa, Presidente Assosped Venezia e Vicepresidente nazionale Fedespedi, ha detto: “la logistica è stata pensata per i tempi di guerra e quella in cui ci troviamo è una guerra.

La logistica si conferma indispensabile, un servizio essenziale. Noi non ci sottraiamo ma mi auguro che tale ruolo centrale venga riconosciuto anche nel futuro”.

Autotrasportatori sugli scudi

Gianni Satini, presidente veneto FAI – Federazione Autotrasportatori Italiani, ha portato una luce di ottimismo: “sono contento che in porto ci siano camion in coda.

Significa che il porto funziona e che gli autotrasportatori stanno facendo il loro dovere, anche se gli autogrill aprono e chiudono, le frontiere pure, le mascherine non si trovano.

Sono giorni difficili e, con il cuore, comprendiamo bene la necessità di chiudere le fabbriche anche se con la testa facciamo fatica a condividere questa decisione”.

Satini si è appellato al buon senso di tutti: “c’è un popolo che si sta sacrificando, a cominciare dal personale negli ospedali. Ma anche i trasportatori stanno facendo la loro parte”.

“La logistica è fondamentale”

Gianluca Palma, direttore Ente Zona Industriale: “la logistica è fondamentale e questa crisi ce lo ha confermato. Garantire la continuità produttiva di alcune filiere è obbligatorio.

Cito la filiera alimentare cui, per esempio, va garantita continuità nella fornitura delle materie prime”. Alessandro Becce, amministratore delegato Vecon, ha reso omaggio alla capacità di lavoro e coordinamento tra i diversi attori “al fine di garantire non solo la continuità operativa ma anche e soprattutto la sicurezza”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR