TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2020
CLS – Header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2020
riempitivo gdl header

Le risorse più preziose in logistica? Le persone. Le aziende assicurano i propri dipendenti per l’emergenza covid-19

0
BAOLI – newsbanner dal 1 maggio al 30 giugno 2020
GEP – newsbanner dal 1 al 30 GIUGNO 2020

Se c’è una cosa che è emersa con forza in questo periodo di emergenza scatenato dal diffondersi dell’epidemia da covid-19 è la centralità delle risorse umane nelle attività di logistica e trasporto. Sono le persone, in questa fase così critica, a fare davvero la differenza, dimostrando resilienza, flessibilità e tanta passione per il proprio lavoro. E le aziende del comparto, consapevoli di quanto queste risorse vadano valorizzate e tutelate hanno iniziato ad assicurare i propri dipendenti per salvaguardarli dai rischi collegati alla pandemia.

ManHandWork resta operativa e assicura i propri dipendenti

In una situazione in cui molti si fermano, ci sono servizi che non possono e non devono farlo. I rifornimenti di generi di prima necessità alla grande distribuzione, per esempio, devono essere costanti soprattutto in questi giorni di difficoltà.
Per questo molti dei magazzini di ManHandWork continuano a essere operativi. È però intenzione dell’azienda garantire la sicurezza dei lavoratori rispettando tutte le indicazioni previste dall’ultimo decreto e mettendo gli
addetti in condizione di continuare a svolgere i loro compiti in serenità.
Per questo, ManHandWork ha attivato una serie di misure straordinarie per tutelare i suoi lavoratori, fornendo a tutti i suoi dipendenti la stipula di una polizza assicurativa con Generali Italia per tutelarli in caso di contagio.

“Alla luce di quanto sta succedendo ritengo sia importante non ritirarci dal nostro ruolo di datore di lavoro, ma ancor più dal nostro ruolo di padri di famiglia”, ha spiegato Marco Covarelli, presidente di ManHandWork,
motivando la decisione dell’azienda. “Diciamo sempre di considerare la nostra azienda una famiglia e questo è il momento di dimostrarlo”.

In Cooperservice #AndràTuttoBene assicurando tutti i dipendenti 

Coopservice ha sottoscritto una polizza assicurativa #AndràTuttoBene di UniSalute per tutelare tutti i suoi oltre 16.000 dipendenti in caso di ricovero per cause legate al coronavirus. La polizza copre tutte le categorie di lavoratori, compresi gli OSS (Operatori Socio Sanitari) che, essendo considerati affini agli operatori della sanità, sono spesso esclusi dalle coperture assicurative di questo genere, ma che Coopservice ha voluto fortemente includere nella polizza.

Le coperture previste sono finalizzate ad assistere il dipendente nell’iter di cura da infezione Covid-19 e supportarlo nel percorso di recupero post-ricovero, grazie ad una diaria giornaliera e assistenza sanitaria h 24.

“Questa emergenza, che non ha precedenti, ha richiesto da parte nostra una importante ridefinizione delle procedure organizzative e di gestione dei servizi che hanno impattato in modo considerevole sull’operatività aziendale – ha dichiarato il presidente di Coopservice, Roberto Olivi – Stiamo lavorando per predisporre tutte le misure organizzative necessarie per fronteggiare questa situazione complessa e difficile che avrà ripercussioni sull’economia nazionale e mondiale non solo nel breve periodo, per mantenere il necessario equilibrio economico per assicurare stabilità occupazionale e di reddito a tutti i nostri lavoratori, senza mai perdere di vista la tutela della salute”.

Arcese attiva una copertura assicurativa per i suoi dipendenti in Italia

Le persone al primo posto. Arcese ha deciso di attivare strumenti di protezione addizionali alle misure preventive già messe in atto e indicate dalle autorità governative, stipulando una copertura assicurativa in caso di contagio da coronavirus per tutti i dipendenti del Gruppo in Italia con il fine di tutelare ancora di più tutti la propria forza lavoro in un contesto eccezionale come quello che ci troviamo ad affrontare.

Tra le prime in Italia a muoversi in tal senso, l’azienda ha sottoscritto un accordo in favore degli oltre 1.300 dipendenti italiani, attivando una specifica polizza salute che prevede un’indennità in caso di ricovero causato da infezione COVID-19, un’indennità per convalescenza e un pacchetto di assistenza post ricovero per gestire il recupero della salute insieme a tutti gli aspetti famigliari e pratici della vita quotidiana di ognuno.

Considerata la portata globale che l’Emergenza Sanitaria COVID-19 sta assumendo, l’azienda sta inoltre esplorando la possibilità di estendere l’iniziativa alla forza lavoro estera in funzione della disponibilità del prodotto assicurativo nei singoli Paesi in cui è operativa.

Polizza Coronavirus gratuita per oltre 4700 autotrasportatori bergamaschi

Una polizza assicurativa contro i rischi “economici” da contagio da Coronavirus per tutti gli autotrasportatori iscritti a Ebitral. A donarla, a oltre 4700 lavoratori, sostenendo ogni costo, sono stati i responsabili dello stesso Ente bilaterale del trasporto e della logistica composto da Fai Bergamo e dai sindacati provinciali di categoria che fanno riferimento a Cgil, Cisl e Uil, che hanno sottoscritto un accordo con la compagnia Generali per garantire un’ulteriore copertura, indipendentemente dall’esistenza di piani sanitari assicurativi, ai dipendenti delle 350 imprese del territorio associate alla Federazione autotrasportatori italiani.

Un’iniziativa “realizzata per dare un sostegno economico ma anche psicologico a possibili nuovi ammalati”, come ha sottolineato il presidente di Ebitral, Fabrizio Rottoli, “sperando che l’epidemia di polmonite possa essere presto solo un lontano ricordo”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR