CLS – Header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2019
riempitivo gdl header

GLS investe nella rete europea e si prepara ad affrontare il picco natalizio

0
INTRALOGISTICA 2021 – newsbanner dal 1 aprile al 31 maggio 2019
OM STILL newsbanner dal 1 marzo al 30 aprile 2019

Ammonta a più di 100 milioni di euro l’investimento stanziato dal Gruppo olandese GLS negli ultimi 12 mesi per lo sviluppo della sua rete europea.

“Il nostro sistema europeo si basa su una solida rete di società nazionali strettamente collegate tra loro per garantire al cliente la prossimità” dichiara Rico Back, CEO del Gruppo GLS.

“Per poter mantenere elevati standard di qualità anche nei periodi di alta stagione, continuiamo a investire in Europa.”

Una rete europea potenziata

Oltre 100 milioni di euro sono stati investiti nella costruzione, espansione o modernizzazione delle diverse strutture.

GLS ha costruito un nuovo Hub internazionale in Slovacchia (Zvolen) e aperto sette nuovi depositi in Europa dell’Est – Romania (Tulcea e Târgu Jiu), Slovenia (Slovenska Bistrica), Repubblica Ceca (Klatovy e Šumperk) e Ungheria (Kazincbarcika e Budapest).

Strutture nuove e moderne sono state inaugurate anche da GLS Germania (Offenburg), GLS Austria (Rankweil) e GLS Polonia (Radom).

Investimenti anche in Italia

Gli investimenti più consistenti riguardano l’ampliamento di sedi, come ad Habay (Belgio), Taastrup vicino a Copenhagen (Danimarca), Donaueschingen (Germania), Rotterdam (Olanda) e Bydgoszcz (Polonia).

A Neuenstein, Germania, l’Hub dell’affiliata DER KURIER è stato ampliato. In Italia, sei sedi di GLS sono state trasferite in strutture più spaziose (Pesaro, La Spezia, Imperia, Brescia, Pescara e Urbino) così come l’Hub di Lamezia Terme.

Inoltre è stata aperta la nuova Sede di Nola Interporto, e gli Hub di Tortona e Lainate.

Il boom del Natale

Queste misure hanno consentito a GLS di aumentare la propria capacità in vista del periodo autunnale e natalizio. In questi ultimi anni, il numero di pacchi consegnati ogni giorno è stato circa il 30% superiore alla media annuale da ottobre in poi.

In alcuni paesi, il volume è addirittura raddoppiato subito prima di Natale.

Rico Back dichiara ancora: “Quest’anno ci aspettiamo che l’incremento stagionale sia addirittura superiore. Per garantire ai nostri clienti il servizio di alta qualità a cui sono abituati, non integreremo nuovi clienti alla nostra rete per tutto questo periodo”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL