DEMATIC – header banner dal 5 giugno al 5 luglio 2020
TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2020
CLS – Header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2020
riempitivo gdl header

Dritti al centro: la sfida dell’eCommerce di Gruppo Selex

0
DEA CAPITAL – newsbanner dal 3 giugno al 3 settembre 2020
BAOLI – newsbanner dal 1 maggio al 30 giugno 2020
GEP – newsbanner dal 1 al 30 GIUGNO 2020

 

Gruppo Selex (terzo distributore nazionale) ha avviato il proprio servizio di eCommerce nel 2017, coinvolgendo tre insegne pilota (Emisfero – gruppo Unicomm, MercatòGruppo Dimar, e Il Gigante, per un totale di 15 punti vendita interessati.

“Oggi” ci spiega Marco Pieri, Head of eCommerce di Gruppo Selex, “sono sei le insegne che aderiscono al portale di spesa online CosìComodo (alle tre pioniere si sono aggiunte Famila, Pan, Sole365, N.d.R.) e quasi una cinquantina i negozi coinvolti.

Nel 2019, accanto al sevizio “click and collect” (spesa on line con ritiro in negozio), è stata attivata in undici zone di Lombardia, Piemonte, Puglia e Veneto anche la modalità di spesa con “home delivery”, ossia con consegna a domicilio.

eCommerce: un servizio in crescita

Il 2020 si è aperto con un successo incoraggiante per lo sviluppo del servizio: “l’ottimo riscontro ottenuto dall’inserimento dell’opzione “home delivery” di Così Comodo in alcune aree della Campania e altre sono attualmente allo studio” dichiara Pieri.

Sull’onda di questo andamento e sulla sempre maggiore richiesta proveniente dal mercato, confermata anche dall’incremento dello scontrino medio, la società di Trezzano sul Naviglio proseguirà per tutto il 2020 il processo nazionale di sviluppo, aumentando sia i negozi con il “clicca e ritira” che le province nelle regioni in cui è attiva la consegna a domicilio.

Il centro di competenze digital

“Selex è una centrale partecipativa” spiega Marco Pieri.

“Il progetto di eCommerce è stato sviluppato secondo logiche di sinergia e con l’obiettivo di accompagnare e sostenere le insegne nella loro inevitabile corsa alla digitalizzazione.

In questo senso il progetto è stato finanziato dal Gruppo che, con l’obiettivo di erogare il miglior servizio possibile ha creato un vero e proprio centro di competenze digital, in forza presso il quartier generale di Trezzano sul Naviglio, composto da professionisti quotidianamente impegnati al coordinamento e all’ottimizzazione di tutte le attività gestionali e operative legate al processo di eCommerce”.

“Click & collect”, “drive” e “home delivery”

Il gruppo di Trezzano ha sviluppato tre opzioni per l’esecuzione della spesa on line. La modalità “click and collect” prevede la finalizzazione dell’ordine on line, sulla piattaforma dedicata www.cosicomodo.it, e il successivo ritiro della spesa presso il punto vendita selezionato.

Negli stores che lo permettono, il ritiro avviene in modalità “drive”: in questo caso il cliente, una volta identificatosi presso i totem all’ingresso, accede alle zone di carico, dove un operatore consegna la spesa.

Nei negozi non attrezzati, l’ordinato viene consegnato presso il punto di assistenza clienti o presso la cassa centrale.

Nel caso del servizio home delivery invece, la spesa viene preparata nei negozi di riferimento per la zona di provenienza dell’ordine oppure, dove previsto (è il caso dell’insegna Il Gigante), in modalità ibrida dark store- negozio, e da lì recapitata al cliente finale.

Logistica in store

Ma quali sono gli effetti sull’operatività del punto vendita una volta attivata l’opzione di spesa online? “Tipicamente abbiamo riscontrato tre fasi di maturazione del servizio: nella prima, l’allestimento degli ordini viene eseguito direttamente dal personale attivo in negozio senza che questo impatti sulla normale operatività.

Una volta consolidato il servizio, quando il valore delle vendite online raggiunge il 4 % – 6% delle vendite complessive del negozio le risorse impiegate danno vita a un team dedicato.

Oltre a questa soglia si passa all’esternalizzazione del servizio”. Gli addetti all’allestimento girano tra le corsie caricando la spesa su appositi carrelli: tutte le operazioni sono controllate da un software “WMS” che trasmette le istruzioni agli operatori via terminali RF.

Il software ottimizza i percorsi tra le corsie, effettua il calcolo pondovolumetrico nel caso degli allestimenti multiordine e consente la verifica dei KPI stabiliti.

Estratto dell’articolo pubblicato sul numero di marzo 2020 de Il Giornale della Logistica


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR