CLS – Header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2019
riempitivo gdl header

Pedane di carico Hörmann con tecnologia RFID integrata: ancora più sicure

0

L’azienda tedesca Hörmann offre una vasta gamma di prodotti per il settore del carico e scarico merci, tra cui le pedane di carico con tecnologia RFID integrata. Le nuove pedane sono in grado di registrare senza contatto i dati di movimento della merce trasportata e consentono di rilevare le informazioni tecniche dei pallet fino a un’altezza di 180 cm e una larghezza di 240 cm. Hörmann ha creato una nuova partnership con l’azienda tedesca Wilms, fornitrice di soluzioni per la logistica e di sistemi integrati per la tecnologia RFID. Le due aziende hanno effettuato congiuntamente attente operazioni di collaudo per le pedane per garantirne la massima sicurezza. Inoltre in qualità di co-sviluppatore di pedane di carico con tecnologia RFID, Wilms dispone di due punti di carico-scarico dotati di questa tecnologia nel suo Logistic Process Center di Melle.

Garanzia di affidabilità

La soluzione congiunta attuata dalle due aziende tedesche offre garanzie rispetto all’affidabilità del sistema e ai suoi vantaggi di utilizzo. “Per testarne la capacità di riconoscere correttamente la merce in transito, sottoponiamo le nostre pedane di carico con tecnologia RFID integrata a una rigorosa fase di collaudo durante la quale ne verifichiamo la compatibilità con il tipo di merce da movimentare e con il sistema di transponder utilizzato dal cliente” – ha spiegato Rüdiger Bierhenke, direttore vendite per il settore industriali del Gruppo Hörmann. “Una volta chiarite le necessità del caso, i nostri tecnici specializzati procedono ad effettuare i dovuti test presso il centro collaudo dell’azienda Wilms. In questa fase, che ha una durata media compresa tra le due e le tre settimane, simuliamo insieme al cliente la sua reale situazione di lavoro, utilizzando le sue merci e i suoi pallet, per verificare che la rilevazione avvenga in modo efficiente e senza errori”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL