KARCHER – header banner dal 8 aprile al 8 maggio 2024
RHENUS – header banner dal 5 marzo al 4 maggio 2024
SWISSLOG – header banner dal 1 marzo al 31 maggio 2024
CBRE – Header banner dal 14 dicembre 2023 al 14 giugno 2024

IFOY AWARDS: 17 innovazioni arrivano nella finale dell’edizione 2024

0
GLOBAL SUMMIT news banner dal 23 aprile al 23 maggio 2024
LINDE – newsbanner dal 1 gennaio al 30 aprile 2024
TOYOTA – newsbanner dal 25 maggio 2023 al 24 maggio 2024

L’organizzazione IFOY ha annunciato le candidature per l’edizione 2024 degli IFOY AWARDS. Su un panel di 35 aziende candidate si sono qualificati per la finale 15 fornitori di intralogistica provenienti da sei Paesi con 17 dispositivi e soluzioni, tra cui quattro start-up. Si tratta dei fornitori di intralogistica AGILOX, Crown, GLOBE Fuel Cell Systems, HWArobotics, Innok Robotics, Jungheinrich, MEYSENS, RAVAS, SAFELOG, SSI SCHÄFER e STILL, e delle start-up BOX ID Systems, Brightpick, CIP Mobility e CYBRID.

“La fase di candidatura è stata eccezionalmente complicata, con oltre la metà dei candidati che non è arrivata alla fase finale”, afferma Anita Würmser, Presidente della giuria IFOY. “I finalisti riflettono in modo sempre più evidente i mega trend del nostro tempo: dalle tecnologie di magazzino sempre più sofisticate all’ormai impressionante gamma di applicazioni della robotica mobile e dell’IA fino ai componenti altamente innovativi e a progetti dei clienti sempre più complessi. Efficienza, scalabilità e redditività futura sono le richieste di oggi e l’audit IFOY mostrerà chi è in vantaggio”. Würmser pronostica una dura battaglia nelle sessioni della giuria per i sei trofei dei vincitori, che saranno assegnati a giugno in Austria a Baden, alle porte di Vienna.

CARGOFIVE – newsbanner dal 26/01 al 26/04/2024
TRANSPOTEC – newsbanner dal 1 gennaio al 11 maggio 2024

Soluzioni integrate per i clienti: tre le nominate

La categoria delle soluzioni integrate per i clienti, che si tiene nuovamente dopo due anni, promette di essere molto interessante e vede in finale nomi consolidati e progetti di automazione pionieristici.

Con lo swarm AGILOX di BMW, la giuria manda in finale un progetto di punta in termini di rifornimento con l’aiuto di robot mobili per il settore automobilistico. Dalla fine del 2023, sono 27 i dispositivi AGILOX ONE che riforniscono le postazioni di lavoro dello stabilimento BMW di Regensburg con pezzi di produzione per la carrozzeria, al posto dei treni di traino e del caricamento manuale dei magazzini tampone. In una settimana lo swarm movimenta mediamente 2.624 tonnellate di merci piene e vuote in un traffico misto con pedoni, carrelli elevatori e treni rimorchio, coprendo una distanza di circa 3.294 chilometri.

In lizza c’è anche il moderno centro di produzione di prodotti cosmetici di Beiersdorf AG, della cui produzione integrata e fornitura di magazzino è responsabile lo specialista di intralogistica STILL. Il progetto greenfield vicino a Lipsia è stato realizzato come modello di leasing ed è considerato una pietra miliare dell’intralogistica innovativa nell’industria farmaceutica. Vengono utilizzate attrezzature completamente automatizzate e manuali, componenti mobili e fissi. Sono in funzione 25 veicoli e un sistema di scaffalature con oltre 9.700 posti di stoccaggio e un’altezza di 12,7 metri. Inoltre, sono stati installati più di 180 metri di tecnologia di trasporto. Una delle specialità è un sofisticato sistema energetico per il funzionamento 24 ore su 24.

I robot di trasporto mobile SAFELOG della Mercedes Factory 46 sono il terzo candidato nella categoria. Durante la conversione del capannone di assemblaggio di Sindelfingen, l’attenzione si è concentrata sul collegamento in rete e sulla trasparenza dei processi di fornitura intralogistici lungo la supply chain. Per il prelievo e il trasporto dei componenti alle linee di produzione vengono utilizzati sistemi pick-by-light e una flotta di 350 AGV degli specialisti bavaresi della robotica. Un sistema di monitoraggio in tempo reale sviluppato congiuntamente ne controlla lo stato. Dotati di intelligenza propria, gli AGV sono in grado di prendere decisioni autonome, mentre il sistema di controllo di livello superiore di Mercedes subentra nei punti nevralgici.

Carrelli da magazzino: due nominations

I carrelli per magazzini e centri di distribuzione ad alte prestazioni sono tuttora tra i prodotti più venduti. Quest’anno la giuria ha ammesso alla finale due highlifters di nuova concezione.

Il nuovo ESR 1200 di Crown, con una capacità di carico di due tonnellate e un’altezza di sollevamento di 14,2 metri, convince per il suo approccio olistico di sostenibilità e produttività. Il carrello retrattile si è distinto per i miglioramenti apportati al prodotto, come il nuovo design del montante per una maggiore stabilità e visibilità, nonché per la contemporanea riduzione dell’impronta ecologica grazie al processo di produzione riprogettato.

Con l’EJC 112i di Jungheinrich, la giuria ha messo in gara un transpallet elettrico agli ioni di litio di impiego universale con una capacità di carico fino a 1,2 tonnellate e un’altezza di sollevamento di 4,7 metri. Nel segmento entry-level, tradizionalmente molto competitivo, il compatto tuttofare promette di stabilire nuovi standard in termini di compattezza, prestazioni e potenza idraulica. I suoi tratti distintivi sono dimensioni ridotte del braccio anteriore, alta densità di energia e capacità di carico residua.

Tre robot mobili in finale

AGV e AMR sono il trend dell’intralogistica. Molti fornitori di servizi logistici si affidano sempre più a questi aiutanti mobili 24 ore su 24, a causa della carenza di manodopera specializzata e per motivi di economicità. L’idoneità pratica e la gamma di applicazioni possibili erano quindi il focus della candidatura. Tre fornitori sono arrivati in finale.

Il robot di trasporto autonomo INDUROS di Innok Robotics per carichi fino a 700 kg può essere utilizzato all’aperto, al chiuso o in combinazione, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche, dalle cattive condizioni del terreno e da altri ostacoli. Accoppia e sgancia i rimorchi in modo autonomo e per utilizzarlo è sufficiente un moderno browser web. La navigazione ibrida con scanner lidar o GPS seleziona automaticamente la forma migliore di navigazione e la tecnologia dei sensori senza interruzioni. Non sono necessarie marcature sul terreno, punti fissi o anelli di induzione nel terreno.

In finale anche SOTO di Jungheinrich con il suo nuovo concetto di pinza e lo standard di comunicazione industriale VDA 5050 per l’uso in flotte miste. Il robot mobile completamente autonomo preleva piccoli supporti di carico (small load carriers SLC) e li posiziona in scaffalature di flusso sulle linee di produzione e assemblaggio. Può trasportare contemporaneamente fino a 24 SLC di diverse dimensioni, il che consente di decuplicare la capacità e di aumentare del 60% la velocità di produzione. I segmenti target sono l’industria automobilistica, elettronica e degli elettrodomestici, nonché la produzione di stampi a iniezione.

Entra in finale anche il primo carrello automatizzato della serie STILL EXV iGo. La sua “origine” come carrello per la tecnologia del magazzino industriale promette una tecnologia sofisticata, una messa in funzione semplice e un’assistenza rapida per soluzioni di automazione scalabili. La possibilità di utilizzare il carrello in modalità stand-alone o mista, in parallelo con carrelli ad azionamento manuale, o di passare al funzionamento manuale se necessario, fa del robusto assistente di magazzino un apripista smart per il mondo dei processi di magazzino automatizzati, anche per aziende con flotte più piccole e scarsa esperienza di automazione.

Due nomination per i robot stazionari

Il potenziale della robotica stazionaria è enorme, soprattutto per quanto riguarda l’adeguamento di magazzini esistenti o il picking. Due sono i fornitori arrivati in finale.

HWArobotics, produttore di robot per magazzino e logistica di alta qualità con sede a Singapore, è in finale con il suo sistema di robot navetta SLS600 3D per carichi fino a 50 kg. Che si tratti di navette di dimensioni variabili o fisse, di robot navetta bidirezionali o 3D, tutti condividono lo stesso binario, possono cambiare corsia a piacimento o spostarsi su livelli diversi con l’aiuto di un ascensore. SLS600 è ideale per il commercio elettronico, i media e l’elettronica e altri scenari a bassa produttività e alta densità. Il sistema promette una riduzione dei costi fino al 50%, soprattutto in caso di adeguamento di magazzini esistenti.

SSI Piece Picking di SSI SCHÄFER è una cella robotizzata per il prelievo di singoli articoli, precedentemente costoso e ad alta intensità di lavoro. La soluzione di sistema versatile, comprensiva di software, è progettata per garantire la massima precisione e offre funzioni avanzate come il pick-and-place, il riconoscimento degli oggetti tramite intelligenza artificiale, la determinazione brevettata del punto di presa e la manipolazione delicata dei prodotti. L’applicazione, che può gestire fino a 1.200 prelievi all’ora, è particolarmente adatta a tornitori lenti e medi e può essere combinata in modo intelligente con sistemi di trasporto e navette. I gruppi target sono i settori industriale, sanitario, farmaceutico e cosmetico, il commercio elettronico e le aziende di logistica conto terzi.

In finale tre Special of the Year

Piccole cose e grande effetto: spesso sono i dettagli intelligenti a determinare il successo o il fallimento dei prodotti e in questa categoria sono stati selezionati tre prodotti rivoluzionari.

L’avanzata bilancia per carrelli elevatori iCP con tecnologia Weighing-in-Motion del produttore olandese RAVAS pone fine alle soste di pesatura e alle interruzioni durante la guida. Il processo di misurazione inizia automaticamente quando l’autista preleva il pallet. Durante il viaggio, viene determinato il peso del pallet e, se necessario, i dati possono essere inviati al sistema per la tracciabilità e la registrazione. I dati sul peso possono essere trasferiti a qualsiasi ERP o WMS e utilizzati per la fatturazione basata sul peso.

GLOBE Fuel Cell Systems è in finale con il suo gruppo elettrogeno a celle a combustibile GLOBE XLP80, alimentato a idrogeno e utilizzabile su carrelli controbilanciati da 2,5 a 5 tonnellate. Il gruppo elettrogeno è particolarmente adatto all’industria pesante, all’industria delle bevande e alla logistica in generale. Il vantaggio principale è la qualità conforme agli standard automobilistici. Inoltre, numerosi sensori inviano dati al cloud GLOBE DataCore, che è a disposizione dei clienti per rapporti e servizi completi.

Il primo sensore 3D a ultrasuoni Toposens ECHO ONE di MEYSENS, che imita la tecnologia di eco-localizzazione dei pipistrelli, promette una vera e propria rivoluzione nella prevenzione delle collisioni per i robot mobili. A differenza di tecnologie di sensori come lidar o telecamere, che possono essere influenzate da condizioni di luce, riflessi e condizioni atmosferiche, il sensore acustico ECHO ONE utilizza onde ultrasoniche per rilevare con precisione l’ambiente circostante anche quando i sensori ottici raggiungono i loro limiti.

Nomination per quattro start-up

La giuria ha ammesso alla finale quattro aziende che potrebbero portare a trasformazioni rivoluzionarie.

La soluzione di scansione in tempo reale BOX ID ProcessGuard per la spedizione di merci nella logistica di distribuzione della start-up tedesca BOX ID Systems di Garching, offre un approccio IoT innovativo: il sistema consente un picking a prova di errore e ottimizza anche i cicli dei container di trasporto. La soluzione può essere collegata in tempo reale ai sistemi ERP/EWM per il confronto tra obiettivi ed effettivi e promette enormi risparmi per il gruppo target dei fornitori di servizi all’ingrosso e al dettaglio, dell’industria e della logistica.

Il Brightpick Autopicker, brevettato dalla start-up slovacca Brightpick, è un robot mobile autonomo che preleva e consolida gli ordini direttamente nelle corsie del magazzino. A differenza di altri robot di fulfilment, l’autopicker basato sull’intelligenza artificiale non deve più fare la spola dalle stazioni di picking centrali, consentendo una maggiore produttività con un minor numero di dispositivi. I robot sono adatti a tutti i magazzini in cui è richiesto l’allestimento di ordini, ma possono essere utilizzati anche per altri compiti.

La start-up bavarese CIP Mobility ha ripensato la micromobilità con Smart Pedal Vehicle. La bicicletta da lavoro e da carico in plastica, che non richiede manutenzione, è ideale per gli utenti commerciali che vogliono operare in modo potente e sostenibile sia nell’ultimo miglio che nei locali aziendali o nell’intralogistica. La e-bike B2B offre un’autonomia di 60-80 chilometri e un tasso di riciclaggio del 95%. Inoltre, l’uso di plastiche riciclabili nella produzione riduce le emissioni di anidride carbonica di circa il 68% rispetto ai componenti in alluminio.

L’esoscheletro CYBRID dell’omonima start-up punta ad essere la prima tuta di sostegno adattiva per l’intera parte superiore del corpo presente sul mercato. La tuta, che si appoggia al corpo, segue i movimenti dell’utente in modo completamente automatico e si adatta in tempo reale al peso aggiuntivo da compensare, alla postura e alle azioni dell’utente. Permette di trasportare oggetti fino a 20 chilogrammi di peso senza dover usare la propria forza, soprattutto nel settore manifatturiero e logistico.

I finalisti IFOY al Test Camp Intralogistico

Grazie all’esperienza acquisita sul campo, gli IFOY AWARDS sono diventati riconoscimenti per l’innovazione nell’intralogistica rispettati e con una reputazione globale. La selezione è preceduta da un’approfondita verifica con vari cicli di nomination e test. I dispositivi e le soluzioni candidate alla finale passano attraverso la serie di test IFOY e l’Innovation Check scientifico. I candidati non vengono confrontati tra loro, ma con i loro diretti concorrenti sul mercato. Inoltre, giurati provenienti da 19 nazioni con i team di consulenti provenienti dal mondo dell’industria partecipano all’evento per valutare i finalisti stessi. Il Test Camp Intralogistics 2024 si terrà nelle giornate del 10 e 11 aprile prossimi presso la Fiera di Dortmund, in Germania, con più di 100 innovazioni disponibili per essere testate su un’area di 10.000 mq con 1.500 partecipanti.

IFOY AWARDS 2024 – I finalisti in sintesi 

I FINALISTI:

  • AGILOX: flotta AMR presso BMW
  • Crown: ESR 1200
  • GLOBE Fuel Cell Systems: GLOBE XLP80
  • HWArobotics: sistema di robot navetta SLS600
  • Innok Robotics: INDUROS
  • Jungheinrich: SOTO
  • Jungheinrich: EJC 112i
  • MEYSENS: Toposens ECHO ONE
  • RAVAS: Bilancia portaforche iCP con tecnologia di pesatura in movimento
  • SAFELOG: Robot di trasporto mobile presso Mercedes
  • SSI SCHÄFER: SSI Piece Picking
  • STILL: Progetto di automazione alla Beiersdorf
  • STILL: EXV iGo

LE START-UP:

  • BOX ID Systems: BOX ID ProcessGuard
  • Brightpick: Brightpick Autopicker
  • CIP Mobility: mocci Veicolo a pedali intelligente
  • CYBRID: Esoscheletro CYBRID

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Comments are closed.

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL