ATHENA – Header banner dal 1 maggio al 31 maggio 2022
HYUNDAI – header banner dal 1 maggio al 31 maggio 2022
SEALED AIR – header banner dal 20 dicembre al 19 giugno 2022
COLLIERS – header banner dal 1 febbraio al 31 maggio 2022

IFOY AWARD 2022: presentate le dodici aziende in finale con le loro innovazioni

0
IKN  – newsbanner dal 7 maggio al 7 giugno 2022
NEWLAND – newsbanner dal 4 aprile al 4 luglio 2022
UBIQUICOM – newsbanner dal 4 aprile al 3 giugno 2022
WORLD CAPITAL – newsbanner dal 1 marzo al 31 maggio 2022
BAOLI – newsbanner dal 1 maggio al 31 maggio 2022
STILL – newsbanner dal 1 maggio al 30 settembre 2022

Si rinnova l’appuntamento con IFOY AWARD 2022 (International Intralogistics and Forklift Truck of the Year), il concorso internazionale – giunto quest’anno alla decima edizione – che premia i prodotti e le soluzioni per l’intralogistica più innovative presenti sul mercato.

A fronte di 29 candidature, quest’anno la giuria ha ammesso 14 tra prodotti e soluzioni proposti da 12 fornitori, che saranno sottoposti al consueto (e rigoroso) audit alla fine di marzo presso il quartiere fieristico di Dortmund, in Germania.

Il futuro dell’intralogistica

“Si riflette molto su quale direzione l’intralogistica prenderà in futuro: oltre ai carrelli elevatori ed alle tecnologie di magazzino, le soluzioni automatizzate e integrate, il software e i robot mobili autonomi (AMR) per magazzini ad alte prestazioni giocano un ruolo sempre più centrale e questo renderà la finale di quest’anno particolarmente emozionante” sottolinea Anita Würmser, chairwoman della giuria IFOY.

La partita si giocherà tra gli specialisti dell’intralogistica Cargotec Engineering, Jungheinrich, Locus Robotics, Magment, NAiSE, Noyes Technologies, robominds, SICK, SSI SCHÄFER, STILL, stow robotics e SYNAOS.

Identikit dei finalisti: MOFFETT E5 25.4 NX

L’azienda irlandese Cargotec Engineering partecipa con il MOFFETT E5 25.4 NX, ultimo nato nella gamma di carrelli elevatori completamente elettrici, disponibile anche con sterzo multidirezionale a quattro vie, con tempi ridotti e consegne ai clienti a zero emissioni.

ERD 220i e EKS 215a

Il fornitore di intralogistica tedesco Jungheinrich è in finale con due proposte: nella categoria Tecnologia di magazzino con il carrello elevatore elettrico ERD 220i, dalle dimensioni dell’impilatore a due piani ultracompatte per il trasporto simultaneo di due pallet, e con EKS 215a, veicolo di trasporto senza conducente con un’altezza di sollevamento fino a 6 metri destinato all’utilizzo automatizzato.

Locus Robotics AMR Solution

La statunitense Locus Robotics presente Locus Robotics AMR Solution, una piattaforma che utilizza algoritmi di ottimizzazione e dati di prestazioni operative in tempo reale per coordinare lavoratori e AMR, con rapido incremento del ROI (return on investments) e della produttività.

Infrastruttura di ricarica wireless di Magment

La start-up tedesca Magment è in finale con un’infrastruttura di ricarica wireless dinamica per veicoli intralogistici, con piastre di ricarica induttive adatte per l’elettrificazione dei pavimenti industriali in calcestruzzo magnetizzabile, grazie a speciali tecnologie di avvolgimento e fusione.

NAiSE TRAFFIC

NAiSE, altra start up tedesca con sede a Stoccarda, ha messo a punto NAiSE TRAFFIC, un software di gestione del traffico e degli ordini non dipendente dal produttore, che controlla l’intera operazione mista (persone e veicoli presenti nel magazzino) per un flusso di materiale più efficiente e sicuro.

NoyesStorage

Con NoyesStorage l’azienda tedesca Noyes Technologies lancia il primo sistema modulare di nano-logistica per la logistica urbana, ultra-denso, automatizzato e altamente flessibile, alimentato dalla robotica, che si accontenta di essere ospitato su una superficie di soli 10 mq.

robobrain NEUROS

L’azienda robominds di Monaco di Baviera è in finale con robobrain NEUROS (Neural Robotic Operating System), un sistema operativo industrializzato basato sull’AI per la robotica intelligente, dove ogni funzione dei componenti robotici diventa un’applicazione facilmente adattabile.

PACS

Lo specialista tedesco dei sensori SICK è in finale con PACS (PAllet Classification System), un sistema di identificazione dei pallet basato sul Deep Learning con cui il   ricevimento merci non determina più manualmente ma in automatico se i pallet in arrivo appartengono a un pallet pool e hanno un deposito.

IKEA Flat Pack Picking

Il gruppo SSI SCHÄFER partecipa con il progetto IKEA Flat Pack Picking, una soluzione automatizzata e chiavi in mano per la pallettizzazione efficiente e ottimizzata in termini di volume di articoli di grandi dimensioni tipici del commercio di mobili, ad elevata scalabilità.

Hase Safety Workwear e DSR

La tedesca STILL è doppiamente presente: oltre al progetto di ampliamento del magazzino automatizzato di Hase Safety Workwear fino a un totale di 10.000 posti pallet, con carrelli industriali automatizzati e forche telescopiche più potenti, partecipa anche con DSR – Descend Speed Regulation, un sistema di assistenza a tre stadi per rimorchi e rimorchiatori per una discesa in sicurezza soprattutto con carichi pesanti.

e.scala

Con e.scala, l’azienda belga stow robotics propone un sistema standardizzato di stoccaggio e prelievo merci basato su un robot per applicazioni di piccole e medie dimensioni, che si muove tridimensionalmente nel cubo tramite binari e un sistema di rampe brevettato, con bassi costi di gestione.

SYNAOS IMS

È in finale anche SYNAOS con SYNAOS IMS – Vehicle Localization, un sistema che visualizza la posizione dei carrelli industriali controllati manualmente grazie a un kit di sensori con telecamera basato sulla tecnologia di computer vision, facilmente installabile e scalabile.

In programma gli IFOY TEST DAYS

Tra il 18 ed il 23 marzo prossimi si terranno gli IFOY TEST DAYS, durante i quali, con una procedura standardizzata, verrà verificato il livello di innovazione dei prodotti e delle soluzioni da parte di esperti e specialisti del Fraunhofer Institute for Material Flow and Logistics (IML), della cattedra di logistica tecnica dell’Università di Dresda e della cattedra di movimentazione dei materiali, flusso dei materiali e logistica (FML) dell’Università Tecnica di Monaco di Baviera.

Per la prima volta sarà presente anche un esperto del Fraunhofer Institute for Manufacturing Engineering and Automation (IPA).

Infine la giuria internazionale composta da 26 giornalisti dei media di logistica di 20 Paesi (l’Italia è presente con Il Giornale della Logistica) assegnerà gli IFOY AWARDS 2022. La cerimonia ufficiale di premiazione avverrà il 30 giugno (e sino ad allora il risultato sarà top secret!).

Il premio IFOY: cos’è

L’International Intralogistics and Forklift Truck of the Year (IFOY AWARD) riconosce i migliori prodotti intralogistici e soluzioni di sistema dell’anno, sulla base della capacità prestazionale e della spinta innovativa, con l’obiettivo di aumentare la competitività ed elevare il profilo del comparto sui mercati internazionali.

I vincitori vengono selezionati una volta all’anno da una giuria indipendente di giornalisti specializzati internazionali. Sponsor dell’iniziativa sono VDMA Materials Handling and Intralogistics Sector Association e VDMA Robotics + Automation Sector Association. I partner di IFOY sono Messe Dortmund e il produttore di accessori per carrelli elevatori Cascade, oltre a CHEP, GARBE (immobiliare per la logistica), LTG e Fliegl Fahrzeugbau (rimorchi). www.ifoy.org.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR