LOGICOR – header banner dal 1 gennaio al 31 marzo 2024
PRELIOS – HEADER BANNER DAL 22 gennaio al 21 marzo 2024
CBRE – Header banner dal 14 dicembre 2023 al 14 giugno 2024

Magazzino del Mese di Italtrans a Calcio (BG): specialisti nella customizzazione

0
LINDE – newsbanner dal 1 gennaio al 30 aprile 2024
TOYOTA – newsbanner dal 25 maggio 2023 al 24 maggio 2024

Se si dovesse descrivere in poche righe un magazzino ideale per gestire al meglio le differenti esigenze di molteplici attori del largo consumo – dalla produzione alla grande distribuzione – si immaginerebbe un polo in posizione strategica lungo le principali direttrici del trasporto, multi-cliente e multi-temperatura, con flussi consolidati per attuare sinergie ed economie di scala e allo stesso tempo organizzato in differenti moduli ed aree dedicate, equipaggiate con differenti soluzioni per customizzare le operations sulle specifiche necessità operative. Sarebbe una piattaforma logistica che integra al meglio differenti tecnologie e dove diverse forme di automazione valorizzano le professionalità e catalizzano nuove competenze. Un magazzino aperto al cambiamento, dove processi e soluzioni adottate sono costantemente verificate e ripensate per reagire e, quando possibile, anticipare i cambiamenti in atto o futuri.

Ed ecco così descritto non un magazzino ideale, ma il polo logistico Italtrans di Calcio (BG), una piattaforma logistica, inaugurata nel 2018 che, all’interno del network di ben 22 magazzini che il provider logistico gestisce in Italia, rappresenta un esempio virtuoso di come una logistica efficiente e sostenibile sposi l’innovazione.

CARGOFIVE – newsbanner dal 26/01 al 26/04/2024
TRANSPOTEC – newsbanner dal 1 gennaio al 11 maggio 2024

Un approccio nuovo alla logistica

“Il progetto del polo logistico di Calcio rappresenta un cambio di passo nello sviluppo del network logistico di Italtrans”, spiega Giuseppe Facciotti, Direttore Logistica di Italtrans, “poiché è un magazzino sviluppato da green field e quindi progettato fin nei minimi dettagli secondo un nuovo concept che compendia l’esperienza tesaurizzata dal nostro gruppo negli anni di attività, orientandosi marcatamente al futuro”.

Già dall’esterno è possibile cogliere gli elementi distintivi del progetto, non solo per le dimensioni importanti – 350.000 mq di superficie complessiva, di cui 135.000 mq coperti, 20.000 allestiti con soluzioni di automazione – ma anche per l’attenzione all’impatto su ambiente e territorio che si esplicita nella scelta dei materiali per ottimizzare la coibentazione e minimizzare quindi la dispersione energetica; nelle strategie costruttive (tutti i materiali di scavo del cantiere sono stati riutilizzati in loco); nella scelta di adottare energia rinnovabile con una copertura completa di pannelli fotovoltaici che produce 8,6 MW di energia elettrica; nell’integrazione del progetto nel paesaggio circostante grazie alla pannellatura esterna che riproduce un motivo di alberi che si slanciano verso il cielo, disegnato dallo Studio Giugiaro.

Driver del progetto del magazzino di Calcio sono stati e sono tuttora i quattro volti della sostenibilità: ambientale, economica, sociale e di processo”, sottolinea Facciotti, “e un’attenzione costante all’innovazione è la nostra strategia per implementare questi aspetti”.

La sfida di semplificare la complessità mantenendone il valore

La complessità di gestire clienti, flussi e prodotti con esigenze di stoccaggio, movimentazione, preparazione e spedizioni molto differenti si è tradotta in un’organizzazione interna particolarmente articolata quanto armonica. I 135mila mq di superficie coperta complessiva sono suddivisi in due immobili principali rispettivamente di 80mila e 55mila mq, suddivisi in 16 (9+7) moduli operativi.

Nel dettaglio, un immobile è organizzato in 9 moduli a temperatura ambiente, gestiti in logica mono-cliente, dedicati ad Agorà Network, gruppo di acquisto formato da Iperal, Poli, Sogegross, Tigros e Rossetto Trade. Qui trovano spazio un’ampia area scaffalata con una capacità di oltre 80mila posti pallet e un complesso ecosistema di automazione cui dedicheremo tra poche righe un focus specifico. Il secondo immobile è organizzato in logica multicliente: due comparti sono dedicati a Loacker che, oltre alle operazioni classiche di stoccaggio e picking, richiede anche attività di copacking per l’allestimento degli espositori destinati ai punti vendita (oltre 220 modelli differenti!). Vista la presenza di un alto numero di referenze a base di cioccolato, questi due moduli sono climatizzati, mantenuti a temperatura 16-18°C, per tutelare al meglio le caratteristiche organolettiche dei prodotti gestiti. Ulteriore particolarità per quest’area è nella preparazione delle spedizioni: oltre il 50% dei flussi Loacker generati nel magazzino di Calcio sono diretti all’estero, caricati non pallettizzati su container. Per la preparazione delle spedizioni si utilizzano carrelli dotati di sistema push pull che consentono il carico della merce senza bancale, sfilato grazie all’utilizzo di slip sheet. Per Loacker, Italtrans gestisce anche gli ordini dei canali B2B e B2C, attivati presso la piattaforma bergamasca nel 2021.

Nello stesso immobile, tre comparti sono riservati a Conad Nazionale: qui Italtrans gestisce i prodotti non food. Si tratta di oltre 22.000 referenze complessive non continuative, caratterizzate da flussi molto tesi – parte in crossdocking, parte in ventilazione diretta – un alto livello di rotazione, una marcata stagionalità e una forte difformità per peso e dimensioni, con numerosi “fuori sagoma” non pallettizzabili.

Ulteriori due celle refrigerate, mantenute a -21°C, per una superficie complessiva di quasi 7.000 mq (pari a 17.000 metri cubi) più la zona di anti-cella antistante le baie dedicate sono riservate ai prodotti della cold chain di Agorà Network.

L’ultimo modulo è un’area multi-temperatura (0-13°C) riservata a un primario player del mondo ortofrutta Dole che gestisce a Calcio i suoi prodotti nelle diverse fasi dalla ricezione, alla ventilazione, fino alla maturazione, confezionamento e distribuzione nei principali canali GDO nazionali. Complessivamente la piattaforma logistica di Calcio ha una capacità di output di 115 milioni di colli/anno (dato 2022).

“Com’è possibile evincere dall’organizzazione descritta, all’interno del polo il livello di personalizzazione di processi e servizi è altissimo ed in costante evoluzione in base al mutare delle esigenze dei clienti e del mercato”, spiega Giuseppe Facciotti. “Con lo stesso approccio lavoriamo all’integrazione di soluzioni di automazione che rispondano a necessità contingenti, ma siano flessibili e modulari, aperte al futuro e a nuove opportunità da cogliere”.

Un percorso di innovazione

Nonostante le dimensioni imponenti, all’interno del polo logistico di Calcio vi è una grande attenzione a sfruttare al meglio gli spazi disponibili. Proprio per combinare al meglio efficienza e ottimizzazione degli spazi, fin dalla sua attivazione la piattaforma è stata dotata di un magazzino automatico portapallet high-bay che in 9.000 mq assicura una capacità di stoccaggio di oltre 33.200 bancali. Il sistema automatico per lo stoccaggio intensivo, asservito da 12 traslo multi-altezza e con una capacità di lavorazione di gestione di 300 pallet/ora, accoglie i pallet in arrivo dagli stabilimenti produttivi dei fornitori e preleva gli articoli per la preparazione delle spedizioni. Dieci traslo operano a temperatura ambiente mentre due lavorano in area climatizzata, per lo stoccaggio e la gestione degli articoli di cioccolato.

Per il corretto funzionamento dell’impianto, la “qualità” dei pallet è essenziale perché consente o compromette la possibilità di caricare la merce a magazzino. Quando un bancale non è compatibile viene sbancalato e ricomposto grazie a un sistema automatico di giro e cambio pallet, così da assicurare agli operatori attivi nell’area sicurezza ed ergonomia.

Per i colli sfusi a media-bassa rotazione, nel 2019, Italtrans ha ampliato la parte di automazione del magazzino di Calcio con l’introduzione di un sistema Miniload che può gestire fino a 60-70mila colli per 3.000 differenti referenze. La flessibilità del sistema di gestire UdC differenti, dai colli sfusi ad articoli in cassetta, rappresenta un supporto importante nel gestire ordini sempre più frammentati, con una capacità di lavorazione di oltre 700 colli/ora, grazie all’attività di 6 miniload, che può arrivare a una produzione giornaliera di 13-14mila colli. La merce in uscita si divide in tre flussi principali nell’area di pallettizzazione: i colli che vengono composti in pallet possono essere poi movimentati fino all’area spedizione o inseriti nel magazzino automatico di stoccaggio intensivo in attesa di completare l’ordine per la spedizione. Un terzo flusso alimenta l’area di composizione dei roll per i punti vendita più piccoli e meno strutturati nel network Agorà. In questo modo l’operatore logistico è in grado di rispondere ad esigenze molto diverse seguendo standard che combinano efficienza e sostenibilità.

Tecnologia pensata da e per le persone

“Nello sviluppo dell’automazione all’interno del magazzino di Calcio siamo partiti da un sistema automatico di stoccaggio intensivo, abbiamo poi compiuto il passo ulteriore integrando un sistema concepito in logica merce-a-uomo e siamo arrivati oggi a implementare un sistema merce-a-robot con l’attivazione dell’Automatic Picking System per le referenze beverage alto-rotanti”. Riassume così il percorso fatto Giuseppe Facciotti, introducendo il nuovo sistema di preparazione ordini robotizzato, attivo a Calcio dal 2022. Si tratta di un sistema basato sull’interazione di pinze robot antropomorfe e veicoli a guida laser autonoma: PickMate di System Logistics, un sistema di picking completamente automatizzato che consente la gestione di referenze alto rotanti prelevando direttamente i colli dai pallet sorgente e depositandoli sui pallet di destinazione senza l’ausilio di buffer intermedi.

  • Ragione Sociale: Italtrans Gruppo
    Sito Internet: www.italtrans.com
    Anno di fondazione: 1985
    Fatturato: 460 milioni di euro nel 2022 (+7% su 2021)
    Collaboratori: 966
    Settore merceologico: trasporto e logistica a temperatura controllata e positiva
    Numero localizzazioni: 22 poli logistici per 675mila mq complessivi
    Volumi gestiti nel 2022: 612 milioni di colli movimentati
    Certificazioni: ISO 9001; ISO 28000; IFS Logistics; ISO 45001; ISO 14001; Codice etico e modello organizzativo 231
  • Anno di entrata in esercizio nell’attuale configurazione: 2022
    Altezza sotto trave: 12 m magazzino tradizionale, 28 m magazzini automatici
    Superficie: 135.000 mq complessivi suddivisi in due immobili
    Superficie automatizzata: 20.000 mq
    Numero locazioni: 160.000 posti pallet
    Volumi movimentati/anno: 115 milioni di colli nel 2022
    Mezzi in/out: 500 al giorno
  • Scaffalature: Jungheinrich
    Carrelli elevatori: Jungheinrich
    Magazzino automatico high-bay: System Logistics
    Magazzino automatico miniload: System Logistics
    Automatic Picking System: System Logistics
    Sistema di giro e cambio pallet: Toppy
    SW WMS: Dedalo di Sipe
    Terminali RF: KFI
    Tecnologia voice-picking: KFI
    Sistema antincendio: Sebino
    Sistema raffrescamento/surgelato: Mercuri
  • Il magazzino di Calcio è un deposito che sviluppa a 360° il concetto di logistica come lo intendiamo noi, basato su innovazione e customizzazione.
    Italtrans già da almeno una quindicina di anni sta portando avanti riflessioni e progetti concreti nell’ambito automazione perché riteniamo che questo sia il futuro della logistica. Il difficile contesto attuale, caratterizzato da un endemico shortage di risorse per il settore – carenza di personale, difficoltà di approvvigionamento, rotture nelle supply chain – ci sta confermando che stiamo andando nella direzione giusta, l’unica possibile.
    In questo momento stiamo agendo da precursori nel settore, perché, se soluzioni di automazione sono oggi sempre più comuni nelle realtà produttive, ancora non lo sono tra chi si occupa di distribuzione e vogliamo che questo ci rappresenti come elemento distintivo e leva competitiva.
    Un’innovazione che sviluppiamo non solo alla ricerca di una maggior produttività, ma anche e sempre più in cerca di una crescente sostenibilità economica, ambientale e sociale.
    Un’innovazione che deve essere aperta al cambiamento e condivisibile in differenti contesti. Ogni progetto sviluppato in un singolo magazzino o contesto operativo, infatti, è concepito per essere esportato anche in altri nostri siti. Ne è un esempio il sistema robotizzato APS che, sviluppato per uno specifico cliente e specifiche tipologie di merci, dopo essere stato implementato a Calcio è stato introdotto anche nel nostro magazzino di Calcinate per altri clienti e altri prodotti ma con pari vantaggi.
    Così come l’Automatic Sorting System per l’ortofrutta attivo presso il CeDi di Calcinate potrà essere replicato in altre piattaforme che hanno le medesime esigenze operative.
    E proprio la condivisione è la chiave del successo di questo tipo di soluzioni che vanno sviluppate partendo da obiettivi concordati e condivisi con partner, fornitori e clienti.
    Giuseppe Facciotti, Direttore Logistica di Italtrans

Francesca Saporiti

Estratto dell’articolo pubblicato completo sul numero di Dicembre 2023 de Il Giornale della Logistica


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR