TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 31 agosto 2020
riempitivo gdl header

Il Magazzino del Mese di Magazzini Gabrielli a Monsampolo del Tronto (AP): la parola all’innovazione

0
DEA CAPITAL – newsbanner dal 3 giugno al 3 settembre 2020

“Se puoi immaginarlo, puoi farlo”, in questo pensiero di Walt Disney è sintetizzata tutta l’eccezionalità del progetto della piattaforma dei freschi – ortofrutta, SaFo e carni – realizzata da Magazzini Gabrielli a Monsampolo del Tronto, Ascoli Piceno.

Partendo dalla volontà di riorganizzare il proprio network logistico-distributivo, in particolare per la gestione dei freschi, Magazzini Gabrielli ha immaginato il miglior polo logistico possibile per riunire in un’unica piattaforma frutta e verdura, salumi e formaggi e le carni, massimizzando i vantaggi di una piattaforma condivisa, e al contempo preservando le specificità delle diverse tipologie merceologiche e delle logiche riservate alle diverse gestioni. Il tutto, con un’attenzione particolare all’ergonomia, alla sicurezza e alla sostenibilità ambientale. Un progetto decisamente ambizioso che non è rimasto sulla carta, ma si è concretizzato, grazie ad un grande lavoro di squadra, in una realtà pienamente operativa in grado di dimostrare come si possano combinare al meglio efficienza, innovazione, qualità e responsabilità.

Il progetto del nuovo magazzino freschi di Monsampolo nasce dalla volontà di dare risposta ad una duplice istanza: da un lato supportare la crescita del Gruppo, in pieno sviluppo con l’apertura di nuovi punti vendita sia nei territori storici di radicamento sia in nuove aree, dall’altro migliorare ulteriormente il livello di servizio alla propria rete di negozi e, quindi, al cliente finale.

Una nuova piattaforma, dunque, dove disporre di maggiori spazi e dei vantaggi di una maggior massa critica riunendo tutte le tipologie di freschi sotto un unico tetto – prima frazionate in diversi magazzini, distinti per linee di prodotto – ma soprattutto l’opportunità per capitalizzare tutto il know how sviluppato nei numerosi anni di attività, innestandovi la spinta innovativa che da sempre caratterizza il gruppo marchigiano.

L’obiettivo che ha guidato tutto il team di sviluppo nella progettazione e realizzazione della nuova piattaforma era assicurare la consegna ai punti vendita di tutti i freschi nel primo mattino, ottimizzando tutta la catena logistica a monte e a valle, dalle attività di ricezione, alla preparazione, la convergenza dei flussi per il trasporto e le rotte dei trasporti stessi.

Tre magazzini, un unico CeDi

Il CeDi freschi di Monsampolo si sviluppa su una superficie complessiva di 74.000 mq complessivi, di cui 24.000 mq coperti, organizzati in tre moduli principali: uno dedicato all’ortofrutta si estende su 12.000 mq (con all’interno un’area scaffalata dedicata alla frutta secca gestita in picking con circa 470 referenze); un secondo riservato a salumi e formaggi (per un totale di circa 2.000 referenze) dispone di una superficie di 7.500 mq a temperatura controllata (2-4°C), mente le carni sono gestite nel terzo modulo di 1.700 mq mantenuti a una temperatura di 0°C.

A raccontarci l’operatività della piattaforma logistica, che è affidata in outsourcing alla cooperativa CLO, è Sergio Pantaloni, Responsabile Logistica Gruppo Gabrielli. “Il magazzino di Monsampolo riceve ordini dalla rete di punti vendita – composta da 240 negozi, facenti riferimento a tre diverse insegne – da evadere con lead time differenti: ortofrutta e carni in A x C e SaFo in A x B.

Il ricevimento per ogni merceologia avviene presso baie d’ingresso dedicate nelle diverse celle di appartenenza, scelta che consente di minimizzare gli spostamenti all’interno della piattaforma e preservare al meglio la cold chain. All’ingresso la merce viene identificata e caricata a sistema acquisendo i dati relativi in modalità RF e bilance interfacciate con il WMS Dedalo di SIPE, quindi si procede all’allocazione: gli operatori dispongono di dispositivi a radiofrequenza montati su carrelli interfacciati con il WMS, così da assicurare la piena tracciabilità di ogni operazione”.

A questo punto”, prosegue Pantaloni, “la merce è disponibile per le successive lavorazioni: di ventilazione, nel caso di ortofrutta e carni, e di picking per salumi e formaggi. Nell’operatività, gli addetti al picking e alla ventilazione nelle diverse aeree (tranne che nell’area refrigerata, destinata alle carni) sono guidati da tecnologia vocale vo-CE di Itworks integrata nel WMS Dedalo di SIPE.

I cicli di preparazione ordini seguono una tempistica complementare: completate le operazioni di ricezione, gli ordini di salumi e formaggi vengono allestiti dalle ore 10 del mattino fino all’evasione completa.

Ortofrutta e carni, invece, spalmano la ricezione lungo l’intera giornata, mentre avviano la preparazione degli ordini alle 15.

A seconda della tipologia di prodotto, gli ordini vengono allestiti in roll o in pallet, composti secondo stratificazioni che coniugano la tutela dei prodotti alla semplificazione delle attività del personale dei negozi riceventi. Al fine di ottimizzare le risorse utilizzate in preparazione e monitorare i trasferimenti dai depositi alla banchina di spedizione la logistica di Magazzini Gabrielli ha ideato e fatto realizzare da GEP Informatica un software che consente la visualizzazione e la gestione completa delle attività.

Il sistema assegna automaticamente i canali di preparazione e spedizione in base alla composizione dei viaggi gestendone i trasferimenti fra le varie aree: canali carne 171 da 3 roll, canali SaFo 320 da 3 roll e canali ortofrutta 650 da 5 roll.

I tre flussi di merci in uscita convergono tutti nell’area antistante alle baie di output nella cella dedicata all’ortofrutta. Le merci che hanno esigenze di temperatura particolari attendono in una pre-cella a temperatura controllata il momento del carico.

Complessivamente il fronte con le bocche d’uscita conta 52 baie dinamiche, assegnate in base alle necessità variabili per disporre della massima flessibilità d’utilizzo. Circa il 90% delle spedizioni parte dalle banchine dell’ortofrutta.

In quest’area è il software TMS Sigep di GEP informatica a calcolare gli ingombri dei carichi pronti alla consegna e ad associarli nel modo più efficace al mezzo e alla rotta per la consegna ai diversi punti vendita.

Ogni giorno dal CeDi di Monsampolo partono mediamente 45 camion con punte di 55 per rifornire i negozi del Gruppo, con carichi pari a una media di 49.000 colli/giorno con punte di 83.00 (260.000 KG -1.600 roll).

La piattaforma raggiunge il network di pdv direttamente in un raggio di circa 300 km di distanza. Le prime spedizioni, quelle che devono coprire una maggior distanza, partono a mezzanotte per arrivare entro il primissimo mattino ai negozi. Ogni mezzo è tracciato grazie al sistema GPS – monitorato tramite software di controllo satellitare di Trackysat – che, connesso al TMS, consente di conoscere sempre, in tempo reale, la posizione del carico e lo stato di avanzamento della consegna. Ciascun vettore è equipaggiato con palmare così da poter gestire in modo puntuale e completamente paperless anche le fasi di consegna a negozio, consentendo la tracciabilità completa lungo l’intera catena del dato, integrando al meglio la supply chain fisica con quella informativa.

Oggi la flotta di mezzi propri di Magazzini Gabrielli conta circa 90 mezzi: l’obiettivo del Gruppo è arrivare ad un centinaio entro il 2020, per contribuire a raggiungere gli obiettivi di produttività ed ecosostenibilità prefissati”.

La piattaforma logistica di Magazzini Gabrielli a Monsampolo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con un’unica finestra di pausa tra le 19:30 del sabato e le 13:30 della domenica. L’attività è soggetta ai consueti picchi settimanali che caratterizzano la GDO e anche a picchi stagionali legati al turismo: nei mesi estivi, infatti, i volumi aumentano fin del 30%.

Il CeDi marchigiano gestisce anche tutta la logistica di ritorno legata alla gestione dei prodotti freschi. Reverse logistics che non riguarda solo le merci, ma anche e soprattutto – per importanza dei volumi – tutti gli imballi primari che vengono gestiti in due cicli distinti: tutti gli imballi riutilizzabili, come casse abbattibili e roll, vengono sanificati e rimessi a disposizione, tutto ciò che, invece, non è recuperabile viene inviato al riciclaggio.

Un’attenta azione di regia

Il progetto della nuova piattaforma – sia dal punto di vista fisico, sia dal punto di vista informativo – è un progetto maturato nel tempo. “Già tre anni fa”, racconta Livio De Prisco, Direttore Servizi Informativi di Magazzini Gabrielli, “sapevamo che avevamo davanti a noi la necessità di compiere un’evoluzione per governare al meglio sia i flussi di merci sia i dati correlati e abbiamo iniziato a prepararci, in collaborazione con i nostri partner tecnologici.

La realizzazione del nuovo polo logistico ha rappresentato l’occasione per ripensare i processi interni, mettere a frutto l’esperienza sviluppata negli anni e ripensare le tecnologie da adottare: confermandole e potenziandole in alcuni casi, scegliendo strade alternative ed innovative in altri. La sfida che ci siamo trovati ad affrontare”, sottolinea De Prisco, “non riguardava esclusivamente l’ottimizzazione di una situazione consolidata, ma rientrava nel più ampio progetto di digital transformation portato avanti dal Gruppo, per costruire solide basi in vista di uno sviluppo omni-canale del business.

  • Ragione Sociale: Magazzini Gabrielli S.p.A.
    Sede Legale ed Amministrativa – Indirizzo: Contrada Monticelli snc, 63100 Ascoli Piceno
    Fatturato: 825 milioni di euro
    Dipendenti totali:3.600 collaboratori tra pdv diretti e franchising
    Sito Internet: www.gabriellispa.it
    Settore merceologico di riferimento: GDO – Grande Distribuzione Organizzata
    Strutture dedicate alla logistica: 2 CeDi generi vari; 1 CeDi freschi, 1 piattaforma surgelati
  • Indirizzo: via Cristoforo Colombo,47 Stella di Monsampolo (AP)
    Superficie coperta totale: 24.000 mq multitemperatura
    Organizzazione interna: 12.000 mq ortofrutta; 7.500 mq SaFo; 1.700 mq carni
    Anno entrata in esercizio attuale configurazione: novembre 2019
    Referenze gestite complessive: 4.320 (2.000 SaFo, 470 frutta secca.; 1.300 Ortofrutta; 550 Carni.)
    Turni di lavoro: 2
    Persone per turno: 45
    Baie di carico: 52
    Sistema di identificazione materiali: RF + voice
    Sistema di trasmissione dati agli operatori: radiofrequenza + voice
    Soluzioni di stoccaggio: scaffalature porta pallet, merce a terra in casse, pallet o roll
    Numero spedizioni / anno: 74.000
    Punti di consegna: 240
  • SW – WMS: Dedalo di SIPE
    SW – TMS: SIGEP di GEP
    SW tecnologia voice: vo-CE di Itworks
    SW controllo satellitare: TrackySat
    Terminali RF e voice: Honeywell
    Provider logistico: CLO
    Scaffalature: Jungheinrich
    Flotta carrelli elevatori: Jungheinrich
    Sistema antincendio: INIM
    Baie di carico: ARCO
    Impianto di refrigerazione: Frigotecnica

Francesca Saporiti

Estratto dell’articolo pubblicato sul numero di aprile 2020 de Il Giornale della Logistica


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR