TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2020
CLS – Header banner dal 1 settembre al 31 dicembre 2019
riempitivo gdl header

Meeting di Gruppo CDS: un’occasione per fare sistema e parlare di responsabilità solidale

0
OM STILL – newsbanner dal 1 novembre al 30 novembre 2019
GEP – newsbanner dal 1 al 30 aprile 2020

Ben 55 terminal in Italia, una rete 21 partner in Europa, un indice di qualità al 96,6% sulle oltre 355mila spedizioni effettuate ed una mission: “essere un’eccellenza del servizio collettamistico”. Lo dice Marco Salardi, al vertice del Gruppo CDS nella Penisola, affiancando il presidente nazionale, Massimo Bagnoli.

In crescita anche il servizio da e per l’Europa, grazie alla copertura garantita dalle collaborazioni in atto che garantiscono collegamenti giornalieri, settimanali o bi-settimanali. Dall’1 febbraio, per esempio, la linea diretta con la Germania (garantita dal partner Schmalz + Schön) è diventata giornaliera.

A sostegno dello sviluppo internazionale e della capacità di fare rete del Gruppo hanno partecipato al meeting alcuni dei partner: Vitaliia Ihnatenko (TMM Express di Pruszkow (Polonia) e Liviu Burghelea (Bolid di Bucarest – Romania).

Non solo spedizioni

Il Gruppo CDS propone servizi ulteriori: è il caso di CDS&Shop, piattaforma e-commerce grazie alla quale i clienti hanno l’opportunità di vendere on line. Oppure CDS&Shop Flex, per utenti già in possesso di competenze digitali o, infine, CDS&Shop Wine, per il settore vitivinicolo.

Interessante la creazione della piattaforma CDS Land contenente circa 2mila prodotti destinati ad imprese dell’autotrasporto con una sezione dedicata agli affiliati.

La tavola rotonda: Responsabilità solidale nella filiera del trasporto e logistica

La convention è stata nobilitata da una Tavola Rotonda: “Responsabilità solidale nella filiera del trasporto e logistica: come tutelarsi” che ha coinvolto Massimo Bagnoli, in qualità di presidente FIAP, l’avvocato Federico Gallo, Riccardo Stabellini, Logistic director Italy di Barilla, William Giovannini, presidente della cooperativa CFP, Flaviano Lenzi e Daniele Monteventi di AON.

Il tema è tra i più caldi e sentiti, nato con nobili intenti: tutelare gli attori della filiera. Peccato che la filiera non sia così lineare e trasparente come il legislatore ha interpretato: non esiste, nella prassi, un committente alle prese con un solo fornitore del trasporto ma, più concretamente, più sub-vettori che creano una catena di anelli pragmaticamente connessi ma legalmente discontinui. Il che crea numerosi problemi.

Il modello di Barilla

Rispetto alla responsabilità solidale Riccardo Stabellini (Barilla) ha portato il punto di vista del committente descrivendo quanto attivato per verificare che le collaborazioni con i fornitori siano compliant alle normative: “si tratta di porre in essere – ha spiegato il manager – tutte le procedure utili per tutelare l’impresa”, e ha spiegato quali.
Il tema centrale è quello del controllo: “in primo luogo nessun acquisto spot – dice Stabellini – ma contratti di medio-lungo periodo con fornitori in possesso di requisiti stringenti. Quindi azioni di verifica continue e codificate”.

Parola di Cooperativa

Che il rispetto delle regole sia possibile lo dimostra William Giovannini, presidente della cooperativa CFP di Modena. Giovannini ha illustrato le best practice per rispondere sia alle normative previste dalle Pubbliche Autorità che in ottemperanza a quanto richiesto dalla committenza.

Conclusioni

Flaviano Lenzi e Daniele Monteventi di AON hanno infine illustrato l’utilità del ricorso ad una polizza assicurativa sulla Responsabilità Solidale, sottolineando l’opportunità che lo strumento assicurativo rappresenti solo una delle strategie. Altrettanto se non ancora più importante è individuare procedure e comportamenti tali da mettere in sicurezza l’azienda.

Il Gruppo CDS collabora con l’impresa sociale “I bambini delle fate” che “si occupa di assicurare sostegno economico a progetti e percorsi di inclusione sociale gestiti da partner locali a beneficio di famiglie con autismo e altre disabilità”. A portarne il saluto Michele Silvestroni, responsabile Area Centro Italia.

L’articolo a marzo

Per chi volesse approfondire ampio resoconto del meeting sarà pubblicato sul numero di marzo 2020 de Il Giornale della Logistica.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR