ALIS – header banner dal 3 febbraio al 25 marzo 2020
riempitivo gdl header

Biblioteca logistica: “Ringraziare anche nelle avversità” di Hidesaburō Kagiyama

0
OM STILL – newsbanner dal 1 novembre al 30 novembre 2019

Informarsi, aggiornarsi, formarsi sono abitudini preziose per chi opera in qualsiasi campo, ma ancor più lo sono in ambito logistico dove è necessario essere sempre pronti ad interpretare e reagire al cambiamento.

Nella biblioteca del logistico, però, non c’è spazio solo per la manualistica e l’ultimo libro di Hidesaburō Kagiyama “Ringraziare anche nelle avversità”, è un’occasione unica per ampliare i propri orizzonti, ricco di spunti e riflessioni che possono agire da stimolo positivo nell’attività quotidiana e nella crescita personale.

Hidesaburō Kagiyama: letture per Chief Happiness Officer

Hidesaburō Kagiyama è già conosciuto dai lettori italiani.

La pubblicazione negli anni scorsi di “Toilet Cleaning Management” e di “Sōjidō – La via della pulizia“, ci ha permesso di conoscere non solo un imprenditore di successo, ma anche un autentico maestro di vita.

L’autore, infatti, svela con semplicità il segreto che lo ha portato al successo nell’attività imprenditoriale e, nello stesso tempo, indica la strada maestra per realizzarsi pienamente come esseri umani, membri di una società che per migliorare esige il nostro contributo.

L’uscita nelle librerie della sua ultima fatica “Ringraziare anche nelle avversità. Nessuno nasce sfortunato”, a cura di Tamiharu Kamei e Rosario Manisera, frutto della collaborazione tra l’Associazione culturale Fuji e la Compagnia della Stampa, ci presenta la sintesi del pensiero e della prassi di un uomo che ha oltrepassato da tempo gli ottant’anni e che costituisce un punto di riferimento importante per il popolo giapponese e non solo.

Alla base di un’azienda solida c’è una visione positiva

Nella sua saggezza e sulla base della sua lunga esperienza, Hidesaburō Kagiyama ci dice che per costruire un’azienda solida che ricerchi il giusto profitto e ancora di più sia utile alla società, per formare una comunità civile in cui tutti si sentano accettati e collaborino per il bene comune, per realizzarsi e vivere felici, c’è bisogno di avere una visione positiva della vita e un animo grato in ogni circostanza.

Le persone non sono grate perché sono felici.

Possono diventare felici perché ringraziano. In altre parole, il segreto per essere felici è rendere sempre grazie.

Il segreto della felicità è dire grazie

Chiunque, senza eccezioni, ringrazia quando gli viene fatto un favore da un altro…. Questo tipo di ringraziamento lo fanno tutti: si tratta, per modo di dire, del ringraziamento di primo livello.

Bisognerebbe ringraziare, però, non solo per un favore che qualcuno ci ha fatto, ma anche per le cose ovvie che ci circondano: abbiamo un posto di lavoro dove poterci recare ogni giorno; abbiamo una famiglia, abbiamo una casa dove abitare, siamo in buona salute… Si tratta del ringraziamento di secondo livello.

Tuttavia, ciò che difficilmente si riesce a fare è essere grati di fronte alle difficoltà.

Tutte le complicazioni che accadono nella nostra vita hanno sicuramente un senso.

Se è così, tutto ciò che avviene attorno a noi è assolutamente positivo, esige in ogni caso gratitudine.

Se si riesce a prendere le cose da questo punto di vista, sorge spontaneo un sentimento di riconoscenza.

Le avversità inoltre ci forgiano, ci fortificano e non ci dovrebbe essere altro peso all’infuori della gratitudine.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR