LIDL – header banner dal 13 aprile al 12 maggio 2021
TURCK BANNER header banner dal 1 marzo al 30 aprile 2021
GEP – Header banner dal 6 aprile al 5 giugno 2021
CLS – Header banner dal 1 aprile al 31 maggio 2021
riempitivo gdl header

Quando la tecnologia mette le ali: i dati dell’Osservatorio Droni del Politecnico di Milano

0
OM STILL – newsbanner dal 1 marzo al 30 aprile 2021

L’Osservatorio Droni della School of Management del Politecnico di Milano ha proposto i risultati del secondo anno di attività nel corso del Convegno “Droni on line: fare sistema per un maggiore sviluppo”. Il mercato professionale dei droni in Italia ha raggiunto nel 2020 il valore di 73 milioni di euro, il 38% in meno rispetto all’anno precedente (quando ne aveva incassati 117), ma il 2020 è stato l’anno della pandemia.

L’impegno è fare sistema

Creare “un eco sistema condiviso” creando proposte organiche e strutturate, ha detto Alessandro Perego (direttore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano) introducendo i lavori. Oltre 1.100 i professionisti iscritti  e che lo hanno seguito da remoto, in diretta o nei giorni successivi.

Gli obiettivi dell’Osservatorio

Marco Lovera (responsabile scientifico nonché professore ordinario) ha indicato gli obiettivi dell’Osservatorio: “fare ricerca, favorire la crescita di una community, comunicare, garantire visibilità alle imprese del settore”. È spettato a Paola Olivares proporre una fotografia del settore, una filiera del valore composta da produttori di piattaforme, payload e software, distributori, integratori, operatori professionali. Vincenzo Butticè (ricercatore senior) ha invitato invece ad alzare lo sguardo con una visione worldwide del tema offrendo alla platea una ricognizione delle start-up internazionali.

Orizzonti logistici

Cristina Rossi Lamastra, responsabile scientifica dell’Osservatorio, ha dedicato il suo intervento alle applicazioni tipiche nella logistica. Il 31% del campione analizzato indica di non avere progetti avviati nel settore droni ma che intende avviarli entro il 2023. Un esercito in marcia preceduto da un’avanguardia (3%) che vanta progetti attivi.

Il parere di XPO e Yard Reaas

A dimostrare che si può fare emergono nella successiva Tavola Rotonda le testimonianze di Alessandro Renzo (Operations Director di XPO Logistics) e Laura Piantanida (Head of Business Development & Marketing Gruppo YARD REAAS, real estate).

Renzo ha la responsabilità di coordinare e gestire processi di miglioramento continuo nonché implementazioni di nuove tecnologie: “il contesto in cui ci troviamo – dice – è caratterizzato da una logistica in grande trasformazione”. I progetti avviati prediligono attività di controllo inventariale, ispezione di impianti, sicurezza delle merci, video – sorveglianza, sicurezza degli operatori e delivery. I droni sono “la dimostrazione di come la tecnologia possa porsi al servizio dell’uomo”.

Piantanida ci ha condotto invece nei cieli sovrastanti i cantieri finalizzati alla realizzazione di immobili logistici: “il ricorso ai droni ci permette una visione molto più accurata.  Siamo in grado di supervisionare le attività con un punto di vista aereo e privilegiato”. Il ricorso ai droni si rivela prezioso anche a fini commerciali o di interazione con gli altri attori.

Gli ultimi traguardi

Davide Invernizzi, ricercatore senior dell’Osservatorio, ha quindi affascinato la platea illustrando gli ultimi traguardi dell’Advanced Air Mobility & Delivery: “Per Advanced Air Mobility si intende (copyright NASA) “l’insieme dei servizi abilitati da aeromobili autonomi per la consegna delle merci e il trasporto di passeggeri”.” Non è fantascienza, è già realtà come dimostra il case (successivamente illustrato da Paola Castagna, Leonardo Spa) di collaborazione tra la medesima Leonardo e l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù ovvero quanto proposto da Amazon nel perimetro del progetto Amazon Prime Air.

E l’indagine prosegue…

Per chi nelle imprese, università e altre organizzazioni si occupa di logistica: i ricercatori del Politecnico di Milano e dell’Osservatorio Droni stanno conducendo la loro ricerca focalizzandosi sull’utilizzo dei droni cargo nella logistica distributiva. La collaborazione è cruciale per definire future linee di ricerche. Tutti i dati raccolti saranno elaborati e trattati in forma anonima e saranno usati esclusivamente ai fini di ricerca, in forma aggregata.

Per chi volesse partecipare, di seguito il link al questionario: Droni Cargo: il futuro per la logistica distributiva?

Per tutti i dati citati: : “Fonte: Ricerca 2020 dell’Osservatorio Droni della School of Management del Politecnico di Milano – www.osservatori.net”.

Per approfondire l’argomento si veda l’articolo che sarà pubblicato sul numero di aprile 2021 de Il Giornale della Logistica


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR