CONTRACT LOGISTIC header banner dal 15 ottobre al 21 novembre 2019
CLS – Header banner dal 1 settembre al 31 dicembre 2019
riempitivo gdl header

Arriva Avancon: la start-up che reinventa i convogliatori per la logistica interna

0
Euro Expo – Newsbanner dal 31 ottobre al 27 novembre 2019
OM STILL – newsbanner dal 1 novembre al 30 novembre 2019
LPR – newsbanner dal 1 settembre al 30 Novembre 2019

È appena nata, ma ha già le idee molto chiare Avancon, giovane start-up Avancon svizzera che si è prefissata l’ambizioso obiettivo di rivoluzionare il mondo dei convogliatori, ripensando completamente i sistemi trasportatori a rullo e a nastro nei centri di distribuzione e logistica.

L’azienda produce un moderno e innovativo sistema, sviluppato da Dieter Specht, e lo distribuisce in tutto il mondo attraverso dei produttori di sistemi convogliatori e aziende attive nella logistica.

Un’iniezione di innovazione

Denis Ratz e Daniele Gambetta, giovani fondatori della startup, Avancon vogliono rivoluzionare l’industria dei sistemi trasportatori con un concept nuovo e aerodinamico, ricco di innovazione, idee funzionali e pluribrevettato a livello mondiale.

In effetti il sistema è stato sviluppato da Dieter Specht che ha poi assunto due entusiasti imprenditori e assieme hanno fondato una start-up a Riazzino, Svizzera, dal nome “Avancon SA” (Avantgarde Conveyor).

La squadra di Avancon

Denis Ratz, direttore amministrativo e azionista di Avancon ha un bachelor in scienze e informatica economica. Si è tuffato a pieno ritmo nel lavoro e ha presentato questo nuovo Unit Handling ad alcuni importanti potenziali clienti.

“Abbiamo voluto testare le reazioni del mercato rispetto al nostro design così nuovo e contemporaneo.” Spiega Ratz. “Molti interlocutori sono rimasti colpiti dal design e dall’estetica così moderni. Ho risposto a domande inerenti le funzioni e le esigenze del mercato. Dopo questi incontri con CEO e direttori tecnici di rinomate aziende sono ancor più motivato”, aggiunge Ratz.

“Ora siamo pronti. Abbiamo perfezionato e testato ogni singolo dettaglio. Molti potenziali clienti si sono annunciati per poter visitare il nostro grande impianto di test in Ticino. Siamo certi che le straordinarie funzioni e i molti vantaggi li convinceranno”.

Avancon SA ha già fatto importanti investimenti nello sviluppo, in brevetti, in macchinari, in stampi e nel completamento del sistema. Il sistema viene venduto in tutto il mondo ad un esclusivo gruppo di produttori di sistemi trasportatori a rulli e nastri, con il loro proprio marchio e logo, sul loro mercato e ai loro clienti.

Denis Ratz aggiunge: “Vogliamo offrire ai produttori di sistemi intra-logistici e sistemi convogliatori qualcosa veramente all’avanguardia. Non vogliamo però interferire con il mercato dei nostri clienti, per questo non ci rivolgiamo ai centri di logistica o di smistamento, anche se il nostro prodotto balza certamente agli occhi di questi ultimi.

Il direttore tecnico e partner della start-up è Daniele Gambetta, esperto specialista del sistema di controllo e dei motori DC. Possiede inoltre un brevetto di un nuovissimo motore DC, che verrà impiegato in futuro nei nuovi sistemi trasportatori di Avancon.

“Oggi, nell’era digitale  e dell’industria 4.0, il collegamento elettronico ha una grandissima importanza. Lo straordinario design di Dieter Specht mi ha da subito affascinato, così sono entrato a far parte della start-up”, afferma Gambetta.

Riteniamo che circa l’80% di tutta la merce fino a 50 kg di peso, che dev’essere trasportata giornalmente a livello mondiale, possa essere trattata con il questo nuovo sistema”.

Design premiato per i nuovi convogliatori

Nel frattempo il design ha già ricevuto alcuni riconoscimenti internazionali tra cui il prestigioso premio internazionale “Red Dot Award” in Germania e il “Good Design Award” in Giappone, ambitissimo riconoscimento asiatico.

Che cos’è il ZPC

“ZPC” significa “Zone Powered Conveyor” system, dove ogni singola zona viene controllata e guidata separatamente.

Il sistema è molto flessibile e adattabile. Può trasportare in modo lento o veloce e può stivare senza accumulo di pressione. Inoltre, se necessario, può comunicare facilmente con qualsiasi IT o sistema Bus superiore, riducendo di gran lunga i costi di installazione.

Il sistema può convogliare la merce in ogni direzione.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento