CBRE – header banner dal 23 giugno al 23 agosto 2022

#standwithukraine: il progetto di Sailpost e Alfred24 per aiutare le popolazioni colpite dalla guerra

0
MIP POLITECNICO DI MILANO – newsbanner dal 20 giugno al 31 luglio 2022
ESPRITEC – newsbanner dal 1 AL 31 LUGLIO 2022
NEWLAND – newsbanner dal 4 aprile al 4 luglio 2022
WORLD CAPITAL – newsbanner dal 1 giugno al 31 agosto 2022
STILL – newsbanner dal 1 maggio al 30 settembre 2022

#standwithukraine è l’hashtag che identifica il progetto avvito da Sailpost, società toscana attiva nel mercato postale privato italiano, in collaborazione con Alfred24 (piattaforma per la gestione degli ordini) e grazie al proprio servizio di Corriere Nazionale HR Parcel.

In pratica, un’alleanza solidale, nata per inviare generi di prima necessità in Ucraina.

Un aiuto concreto

“Dato quanto sta accadendo, il nostro primo pensiero va alle tante persone vittime di questo conflitto, per le quali abbiamo il dovere di fare tutto quanto in nostro potere” afferma Caterina Castelli, Marketing Manager di Sailpost. “#standwithukraine non rappresenta un progetto speciale o parallelo al nostro core business.

È semplicemente il nostro modo di dare una mano concreta a tutti coloro che ne hanno più bisogno, mettendo a disposizione la nostra rete e le nostre risorse per permettere a quanti più cittadini possibili di unirsi a noi nel sostenere il popolo ucraino”.

Punti di raccolta in tutta Italia

Grazie a #standwithukraine, infatti, ognuno può dare il proprio contributo e, attraverso i numerosi punti di raccolta presenti su tutto il territorio nazionale (Milano, Bologna, Catania, Napoli, Palermo, Roma e Varese), spedire generi di prima necessità come medicine, cibi a lunga conservazione o materiale utile in Ucraina, il tutto a carico del binomio Sailpost-Alfred24.

“Nel 2022 vedere immagini di guerra fa un certo effetto e certamente non possiamo stare fermi e inermi senza almeno dare il nostro contributo e aiutare chi ha veramente bisogno” conclude Andrea Corrao, Co-Founder del gruppo Alfred24 Italia.

Una risposta immediata

“Ci siamo attivati subito e abbiamo chiesto ai nostri partner nazionali e internazionali di darci una mano per organizzare una raccolta, attraverso dei Point sul territorio italiano, che danno la possibilità di raccogliere velocemente gli aiuti umanitari offerti da tantissimi cittadini e spedirli attraverso canali logistici ufficiali al confine con l’Ucraina”


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR