CONTRACT LOGISTIC header banner dal 15 ottobre al 21 novembre 2019
CLS – Header banner dal 1 settembre al 31 dicembre 2019
riempitivo gdl header

Savoye punta a crescere in Italia e in Europa: Massimo Cecchinato alla guida della branch italiana

0
LPR – newsbanner dal 1 settembre al 30 Novembre 2019
Euro Expo – Newsbanner dal 31 ottobre al 27 novembre 2019

Specializzata nella progettazione e integrazione di soluzioni di automazione per la logistica, Savoye ha scelto Massimo Cecchinato per guidare la branch italiana del gruppo e sostenerne la crescita nel mercato interno e in Europa, forte di una pluriennale e variegata esperienza nell’ambito dell’automazione per l’intralogistica.

Savoye ha 630 dipendenti nel mondo e nel 2018 ha registrato un fatturato di 90 milioni di euro.

Passione per l’intralogistica

Massimo Cecchinato ha studiato l’architettura industriale all’Università IUAV di Venezia, dove si è laureato nel 2000. In seguito ha lavorato per un’azienda spagnola, maturando la sua esperienza nell’ingegneria, nell’approvvigionamento e nelle costruzioni industriali. Dopo aver maturato le sue prime esperienze nelle soluzioni logistiche in un’azienda italiana, entra in Swisslog per sostenere la crescita in Italia e successivamente l’espansione europea.

In quest’ultimo ruolo, ha imparato a conoscere come funzionano le grandi imprese in Europa. Quando si è imbattuto in Savoye, Cecchinato è rimasto colpito dalla sua focalizzazione globale e tecnologia all’avanguardia, come racconta: “Questa azienda francese ha creato 3 forti marchi, ognuno con un carattere distintivo nel proprio settore. INTELIS per i sistemi automatizzati, A-SIS per le soluzioni software come WMS e TMS e infine PRODEX che offre soluzioni di stoccaggio e trasporto più leggere e per le aziende che sono ai primi passi nella meccanizzazione del magazzino”. Una tale struttura evidenzia come Savoye sia in grado di supportare in un percorso di innovazione e automazione sia le grandi sia le medie imprese.

Visione internazionale, focus sull’Italia

La forza di Savoye”, sottolinea Cecchinato, “è nella sua capacità di rispondere alle specifiche e diverse esigenze e di disporre di una squadra  di professionisti  che lavorano fianco fianco con i clienti per aiutare le aziende a raggiungere un livello di crescita superiore”.

Infatti, l’obiettivo generale di Savoye è quello di entrare a far parte delle prime 20 imprese della lista globale di fornitori di soluzioni logistiche globali. Per raggiungere il successo l’azienda si basa su due pilastri. Innanzi tutto, realizzare continui sforzi nella ricerca e sviluppo e in secondo luogo, l’espansione geografica. Entrambe le strategie sono in piena esecuzione, l’azienda francese, ad esempio, ha già realizzato progetti fuori Europa, come in Cina e negli Stati Uniti.

Per l’Italia, Massimo Cecchinato porterà avanti il lavoro già svolto in questo Paese e strutturerà ed integrerà ulteriormente i 3 marchi che agiranno così in piena sinergia a servizio del cliente italiano.

Mercati verticali e competenze trasversali

Cecchinato esprime tutto l’entusiasmo per questa sfida: “Il mercato italiano ha grandi potenzialità: vi è un grande interesse per soluzioni di logistica 4.0 basate sull’automazione (180 milioni per i sistemi automatizzati), ma ancora persiste una forte frammentazione. Sono certo che trattandosi di un mercato assai competitivo, Savoye saprà far valere le proprie conoscenze e le proprie tecnologie, specifiche per determinati settori verticali di mercato, con un particolare iniziale interesse per tree segmenti: l’industria manifatturiera, in particolare quella tessile, l’ambito food e il settore della distribuzione, con focus specifico sull’ e-commerce”.

“Savoye”, tiene a sottolineare in conclusione massimo Cecchinato, “non è solo un costruttore di macchine, ma progetta e sviluppa la soluzione migliore per il cliente. Le competenze consulenziali e la capacità di adattare i sistemi standard ci permettono di sviluppare soluzioni su misura. Per il cliente italiano, in particolare, è interessante il fatto che i mercati francesi in cui Savoye costruisce la propria esperienza abbiano molte similitudini con quelli italiani attualmente in crescita. Anche in questo caso, Savoye dispone di una forte conoscenza del settore che ben si sposa con le necessità dei clienti italiani”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Comments are closed.