CLS – Header banner dal 14 maggio al 14 agosto 2018
riempitivo gdl header

Riseria Invernizzi ha scelto i carrelli Baoli per la movimentazione all’interno del sito di Novara

0

La storica azienda Riso Invernizzi, una delle principali realtà italiane nella produzione di riso bianco, ha acquistato due carrelli elettrici Baoli KBE 25 per la movimentazione del prodotto finito e di materiali sussidiari all’interno dell’impianto di Novara.

I due nuovi mezzi si uniscono ai due muletti Baoli già presenti in azienda, portando a 4 il numero totale dei carrelli a livrea azzurra impiegati presso lo stabilimento, dove ogni anno si lavorano circa 70.000 tonnellate di risone.

Fiducia confermata

“Abbiamo scelto di confermare la nostra fiducia a Baoli – spiega Marco Invernizzi, titolare dell’azienda – perché ci siamo trovati molto bene con i primi due mezzi acquistati, che non ci hanno mai dato problemi. I carrelli Baoli hanno dimostrato di non temere gli ambienti polverosi, e rispondono bene anche se esposti a cicli di lavoro prolungati e intensi.

Sono quindi perfetti per operare all’interno della nostra azienda, senza contare che grazie ad un costo competitivo sono una buona alternativa all’acquisto di un carrello usato.”

Riso Invernizzi è un’azienda famigliare con oltre un secolo di storia alle spalle.

Dalla tradizione di un piccolo mulino la società è cresciuta sino a diventare una delle più interessanti realtà nazionali che lavorano per l’industria alimentare di seconda trasformazione, per altri gruppi risieri in tutta Europa e per la grande distribuzione in Italia.

Riso Invernizzi, che ha anche un proprio marchio distribuito sul mercato, produce e commercializza tutte le varietà di riso italiano, oltre ad alcune varietà di riso estero, sia raffinati che semilavorati e integrali.

Una flotta di 4 carrelli

All’interno della riseria i carrelli Baoli sono utilizzati per la movimentazione dei cosiddetti big bags di riso, del peso di circa una tonnellata, o dei pallet di prodotto finito dal magazzino ai camion.

I carrelli, che complessivamente movimentano circa 200 pallet al giorno, in occasione dei picchi di lavoro sono sottoposti a cicli di lavoro intensi e operano in ambienti che possono essere polverosi a causa dei residui di lavorazione del risone, per questa ragione è importante poter disporre di mezzi affidabili e resistenti.

Come tutti i carrelli Baoli, i KBE forniti a Riso Invernizzi sono la sintesi ottimale tra tecnologia e progettualità di qualità tedesca e prezzi competitivi dei prodotti realizzati in Asia.

I KBE sono inoltre dotati di sensore di sterzata e sistema di riduzione della velocità in curva, mentre il layout della cabina garantisce una piena visibilità in tutte le direzioni. Infine i carrelli sono stati progettati per garantire un’ottima accessibilità a tutti i componenti, facilitando le operazioni di manutenzione.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL