COLLIERS – header banner dal 1 novembre al 31 dicembre 2021
TELEROUTE – header banner dal 1 al 31 dicembre 2021

Picchi stagionali: l’asso nella manica del Gruppo Bracca Pineta è GI.MA.TRANS

0
ESPRITEC – newsbanner dal 1 a 31 dicembre 2021
INTRALOGISTICA 2021 – newsbanner dal 22 NOVEMBRE AL 21 DICEMBRE 2021

Bracca e Pineta sono marchi storici nel settore delle acque minerali, protagonisti nell’arco degli ultimi anni di un continuo sviluppo produttivo e commerciale, nell’ordine del 5-6% annuo, con una produzione di bottiglie di acqua minerale che supera i 400 milioni (bibite escluse) ed un fatturato di circa 50 milioni di euro.

Come tipico nel settore Beverage, il Gruppo Bracca Pineta deve confrontarsi con la gestione di elevati picchi stagionali.

“In alcune occasioni ci troviamo a gestire variazioni positive o negative negli ordini settimanali anche del 50% circa” conferma Luca Bordogna, amministratore delegato del Gruppo bergamasco.

“In queste occasioni le linee produttive devono essere in grado di produrre a ritmo serrato e a pieno regime, per riuscire a rispondere anche alle richieste estemporanee della GDO”.

Gli effetti sulla supply chain

Il fenomeno della stagionalità influenza in maniera rilevante i flussi dell’intera supply chain: i rischi per gli operatori, dalla produzione alla GDO, passando per l’intero sistema di distribuzione, comprendono difficoltà di approvvigionamento per materie prime e imballaggi, basso livello di servizio nei confronti dei clienti, il ricorso agli straordinari per quanto riguarda il personale (con conseguente aumento dei costi), e difficoltà di gestione delle richieste dell’ultimo minuto.

Per tutti questi motivi è fondamentale che gli attori coinvolti siano coscienti delle criticità legate ai picchi di domanda e pronti a rispondervi.

La scelta di GI.MA.TRANS

Per un operatore logistico, la richiesta di grossi quantitativi concentrati in periodi tipicamente brevi e specifici significa disponibilità di mezzi e personale e una pianificazione che preveda in anticipo una forte dose di flessibilità.

“Collaboriamo con GI.MA.TRANS da circa 30 anni per il trasporto dai nostri siti produttivi di Zogno e Clusone ai centri della Grande Distribuzione: la scelta di questo fornitore si deve ad alcune caratteristiche strettamente collegate al tema della stagionalità” afferma Bordogna.

“La flotta di proprietà, con risorse interne alla guida, e l’ufficio traffico con preparazione specifica nel settore sono garanzia di servizio e quindi di sicuro approvvigionamento per gli scaffali dei nostri clienti della GDO”

Una partnership lunga 30 anni

Al momento la collaborazione tra le due aziende si concretizza in 30 carichi completi al giorno, per circa 210.000 bancali/anno, supportati anche dal servizio di riparazione certificata EPAL presso la sede di Pozzo d’Adda.

Oltre all’attività ordinaria, il lavoro tra le due aziende assume talvolta carattere di eccezionalità: una circostanza occorsa ad esempio a marzo 2020, in pieno periodo di lockdown, quando Bracca chiese 10 bilici supplementari per consegna la mattina seguente.

“Il servizio di GI.MA. TRANS è monitorato tramite KPI che valutano la qualità generale del servizio e la puntualità delle consegne nello specifico: oltre a mantenere dei livelli molto alti su questi parametri, si rendono sempre disponibili a risolvere eventuali richieste di mezzi aggiuntivi, anche all’ultimo momento.

Questa capacità costituisce un criterio di selezione che ci porta a sceglierli da tre decenni”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR