TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 31 agosto 2020
riempitivo gdl header

Infolog entra in Var Group (Gruppo Sesa) e punta a crescere nel mercato delle soluzioni software per la logistica

0
DEA CAPITAL – newsbanner dal 3 giugno al 3 settembre 2020

Dopo l’annuncio avvenuto a maggio, lo scorso giugno è stata completata la manovra di acquisizione del 51% di Infolog da parte di Var Group, la company focalizzata sui servizi alle imprese parte del Gruppo Sesa.

“Questa operazione ci consentirà di essere ancora più competitivi sul mercato e ampliare il nostro raggio d’azione sia in Italia, sia all’estero” dichiara Giorgio Tesorieri, amministratore delegato della società modenese specializzata nella progettazione e implementazione di software per la gestione del magazzino (WMS – Intellimag) e della logistica.

Perché l’acquisizione

Con un organico di circa 50 persone, oltre 250 clienti attivi, e circa 4, 5 milioni di fatturato, Infolog era arrivata a un punto di svolta: “Negli anni siamo cresciuti fino ad avere una dimensione interessante ma non sufficiente per affrontare in modo competitivo certi mercati e dare un impulso reale alla crescita. Insieme agli altri soci e cofondatori della società, Paolo Lugli e Umberto Vescovini, abbiamo quindi lavorato per delineare il futuro strategico dell’azienda, lungo un orizzonte temporale di medio, lungo termine” ci spiega Tesorieri.

La ricerca di possibili partner industriali e finanziari, avviata a metà del 2019, è proseguita per circa un anno. “La sintonia con il gruppo Sesa e in particolare con il posizionamento e la filosofia di Var Group è stata subito immediata e proficua”.

Infolog, Var Group e Sesa

Forte di un fatturato di 1,7 miliardi di euro, Sesa è uno dei colossi italiani del mondo IT, mentre Var Group, che cuba un giro d’affari di 350 milioni di euro annui, esprime un DNA basato sull’offerta di soluzioni informatiche verticali (ERP, MES, digital collaboration e altro) per la digitalizzazione delle imprese, con un focus sui settori di Fashion, Arredo, Retail, Farmaceutico, Packaging, Vitivinicolo.

La mancanza di soluzioni proprietarie specializzate per la gestione e l’ottimizzazione dei processi logistici nel suo portfolio prodotti ha acceso l’interesse di Var Group sull’offerta di Infolog che, dal canto suo, ha visto nella partnership la possibilità di sviluppare in modo significativo il proprio ambito di attività sul mercato nazionale e internazionale.

“Si è, come si dice, incontrata la domanda con l’offerta e dopo circa un anno di condivisione della strategia, lo scorso 10 maggio è stato annunciato il closing dell’acquisizione avvenuto a metà giugno, che ha reso Var Group proprietario del 51% di Infolog” specifica Tesorieri.

Continuità e crescita

Ma quali sono le implicazioni della manovra a livello operativo? La continuità – garantita dalla qualità delle risorse tecniche interne, dalla presenza attiva in azienda dei soci fondatori per almeno 10 anni e dal permanere del marchio Infolog – è uno dei capisaldi dell’accordo strategico che prevede inoltre un programma di investimenti mirato al progressivo sviluppo dell’offerta.

In particolare, spiega Tesorieri, “Infolog rappresenterà, all’interno del gruppo VAR, un centro di competenza per l’intralogistica, focalizzato sui sistemi software (WMS, TMS e WCS) per la gestione della supply chain, attivo sia nello sviluppo industriale di prodotto, sia nella consulenza alle imprese”.

Su queste basi, anche in un contesto complesso come quello attuale, il futuro di Infolog pare nel segno della crescita in termini di fatturato, ricavi, offerta e risorse interne.

Un’offerta integrata

“Prevediamo di crescere del 10 – 15% all’anno e di ampliare la nostra gamma di soluzioni verticali per essere sempre più attrattivi verso i clienti di grandi dimensioni, nazionali e internazionali, e per entrare, grazie alla sinergia con l’offerta di VAR, in nuovi settori finora non presidiati, come, per esempio, quello dell’arredo e delle cantine vitivinicole.

Viceversa, metteremo al servizio del Gruppo il nostro know how e il nostro solido presidio di settori come quello ceramico, del fashion e dell’acciaio, per avviare un percorso di crescita integrato e condiviso.”


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR