riempitivo gdl header

Inaugurato il nuovo sito DHL Express Italy di Campegine (RE): al servizio delle imprese emiliano – romagnole

0
INTRALOGISTICA 2021 – newsbanner dal 13 gennaio al 12 febbraio 2021

“Durante la pandemia, non ci siamo mai fermati e abbiamo riscoperto la valore della nostra missione: connettere le persone” lo ha dichiarato Nazzarena Franco, CEO di DHL Express Italy, durante l’evento digitale che ha inaugurato il nuovo centro logistico di Campegine (RE).

Non si è fermato neppure il piano di investimenti previsti dal Gruppo nel nostro Paese, che prevede interventi per oltre 350 milioni di euro: “una scommessa sul futuro dell’Italia e delle nostre aziende” ha sottolineato Franco.

Il piano di investimenti

Quello di Campegine, costato oltre 14 milioni di euro, è il primo sito logistico italiano realizzato nel pieno rispetto delle più recenti linee guida di DHL Global per le nuove realizzazioni, ispirate a sostenibilità, sicurezza, efficienza

“In questo scenario di sviluppo – ha spiegato Franco – l’Emilia-Romagna rappresenta per noi un mercato strategico, soprattutto per l’alta concentrazione di settori a spiccata vocazione all’export, come il biomedicale, la moda, l’hi-tech, la meccanica e la meccatronica.

Dopo Campegine, nel 2021 investiremo più di 33 milioni di euro per il potenziamento del gateway di Bologna, portando la nostra presenza in regione a 6 siti e oltre 700 addetti complessivi.”

I numeri e le caratteristiche del centro

Questi i numeri e del centro: 132 gli operatori di retti e indiretti, 16mila metri quadri di superficie; 6.000 pacchi movimentati all’ora dal sorter che distribuisce la merce a una velocità di 2,5 metri al secondo sulle 90 porte di attracco dei mezzi di cui è dotato l’impianto.

L’attenzione alla sostenibilità ambientale si declina nella scelta di installare soluzioni in grado di ridurre l’emissione di CO2, nell’utilizzo di luci LED in tutti gli ambienti, illuminati anche dai lucernari in copertura e da porzioni di pareti vetrate sulle facciate sia degli uffici che del magazzino.

Pompe di calore di ultima generazione ad alta efficienza garantiscono comfort interno in termini di riscaldamento e raffrescamento degli spazi.

Misuratori di energia elettrica divisi per aree permettono una erogazione di energia più efficiente e senza sprechi. Sono state inoltre installate 15 postazioni di ricarica per i van e le vetture elettriche.

L’impianto fotovoltaico di ultima generazione garantisce fino a 14 kilowattora di energia elettrica 100% rinnovabile.

Attenzione alla sicurezza

Particolare attenzione è stata posta al tema della sicurezza: l’impianto è infatti dotato di un sistema blocca-camion durante le operazioni di carico-scarico; di respingenti sulle banchine di attracco dei bilici e di un sistema di barriere a protezione dei lavoratori da urti e collisioni; gli spazi di manovra sono stati ampliati attraverso un mezzanino che ha permesso di elevare in quota l’automazione delle merci.

L’impianto è stato progettato per ottenere la certificazione TAPA, che riguarda la security del trasporto e delle spedizioni.

L’evento

All’evento hanno partecipato, in collegamento video, Giuseppe Artioli, sindaco di Campegine, Roberta Mori, Consigliera regionale Emilia-Romagna, i clienti con gli interventi di Francesco Baiocchi (Sidel Group), Francesco Storino (Betty Blue Spa), Umberto Manfredi (Octo Telematics).


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR