CROWN – header banner dal 1 settembre al 30 novembre 2018
CLS – Header banner dal 14 maggio al 31 dicembre 2018
riempitivo gdl header

Il nuovo magazzino di Unieuro presso il polo “Le Mose” di Piacenza

0
OM STILL newsbanner dal 1 settembre al 30 novembre 2018
Euro Expo – Newsbanner dal 1 ottobre al 21 novembre 2018
TRANSPOTEC – newsbanner dal 1 ottobre al 24 febbraio 2019

104mila metri quadri articolati su cinque moduli da 16mila metri quadri ciascuno sovrastati da un imponente soppalco da 23mila mq dedicato ad attività di picking manuale ed automatico nonché ad uffici, 60mila grandi elettrodomestici immagazzinabili, 30mila posti pallet, 69 baie utili a garantire sino a 120 operazioni giornaliere di carico e scarico, 11 milioni di investimenti in automazione ed efficientamento energetico.

Queste le caratteristiche del nuovo hub distributivo centrale di Unieuro presso il polo piacentino “Le Mose” (di proprietà di Generali Properties), polo che già ospitava il precedente magazzino del retailer (52mila metri quadri).

Il ruolo di Generali

La realizzazione e gestione dell’immobile sono esito della collaborazione con Generali Real Estate il cui ad, Aldo Mazzocco, ha riconosciuto il ruolo delle Istituzioni pubbliche, a partire dal Comune (rappresentato dal Sindaco, Patrizia Barbieri) “che, nel tempo, ha scelto di perseguire la storica vocazione logistica della Città di Piacenza”) e della medesima Unieuro, “un modello nel panorama dei retailer nazionali”.

Gli obiettivi di Unieuro

Luigi Fusco, COO di Unieuro ha illustrato come il nuovo hub sia stato progettato per gestire i flussi in una logica omnicanale, “articolata nel servire i negozi propri, i punti vendita degli affiliati, la GDO, l’ingrosso, la B2B2C e il cliente finale attivo tramite i canali e-commerce”.

La strategia “è lasciare al cliente la libertà di scegliere le modalità di acquisto e di ritiro”. L’ad di Unieuro, Giancarlo Nicosanti Monterastelli, ha dichiarato che “la nuova piattaforma logistica è un imprescindibile abilitatore della nostra crescita, attuale e futura”.

Un immobile certificato

L’immobile vanta la certificazione energetica (APE) A2 ed è in procinto di ottenere quella BREEAM GOOD. Gli investimenti in automazione (in particolare a marchio Incas Schaefer e Kardex) permetteranno un incremento della produttività del 350% al picking e una riduzione del 50% degli errori. Le persone impegnate a regime saranno 275, di cui 25 dipendenti diretti.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL