CLS – Header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2019
riempitivo gdl header

Il Gruppo Codognotto crea un’interessante occasione per parlare di trasporto sostenibile e prospettive del settore

0
GEP – newsbanner dal 1 al 30 giugno 2019
BAOLI – newsbanner dal 1 maggio al 30 giugno 2019

Dove sta andando il mondo del trasporto in Italia e in Europa? Quale sarà il ruolo delle nuove tecnologie? È davvero possibile fare trasporto sostenibile con profitto ed efficacia? A queste e a molte altre domande cruciali per il futuro del mondo del trasporto ha cercato di rispondere il recente workshop organizzato dal Gruppo Codognotto.

La sfida del trasporto sostenibile

Il Gruppo Codognotto – realtà consolidata e in ampia crescita del mondo della logistica e dei trasporti – ha confermato il proprio impegno verso un trasporto sempre più sostenibile e attento alle dinamiche ambientali in un workshop che il Gruppo ha promosso nei giorni 13 e 17 febbraio 2017 presso il suo Head Quarter di Salgareda, in provincia di Treviso.

Il workshop si è focalizzato su come le nuove tecnologie possano contribuire ad abbattere le emissioni nel trasporto su gomma.

Oltre a Codognotto, al workshop erano presenti importanti istituti universitari e centri di ricerca provenienti da Italia, Germania, Inghilterra, Belgio, Grecia e Turchia nonché diverse aziende interessate a comprendere come cambierà l’autotrasporto nei prossimi cinque anni.

La strategia di Ford per entrare nel mercato Europeo del trasporto pesante

Particolarmente interessante è stata la presenza al workshop di Ford Otosan, branch della Ford impegnato nella progettazione e commercializzazione di mezzi per il trasporto pesante.

Anche tra gli addetti ai lavori, pochi sanno degli importanti investimenti fatti da Ford per entrare nel mercato di mezzi per il trasporto su gomma di lunga tratta.

Ad oggi, i camion Ford circolano solo in Turchia, ma la strategia prevede una progressiva estensione al mercato dell’est Europa fino a rendere disponibili i mezzi in tutti gli altri Paesi entro il 2019.

Il fulcro della competitività dei nuovi mezzi starebbe appunto nella presenza di specifici prototipi in grado di utilizzare carburanti tradizionali mantenendo invariate le prestazioni e abbassando le emissioni.

Nonostante gli ottimi riscontri tecnologici i mezzi non sono ancora pronti per il commercio, saranno necessari diversi altri step per la finalizzazione ed il perfezionamento.

Il futuro del trasporto è fatto di sostenibilità, innovazione e collaborazione

Il workshop organizzato dal Gruppo Codognotto si è tenuto nell’ambito del progetto Europeo OptiTruck.

Nel progetto sono coinvolti: ERTICO, Ford Otosan, IAV GmbH, Aalborg University, CERTH, ICOOR, ISMB – Istituto Superiore Mario Boella, Institute for Transport Studies, Univ. Leeds, Okan Üniversitesi, Eliadis Transport S.A, Università di Trieste e Università di Bari.

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL