TELEROUTE – header banner dal 1 aprile al 31 agosto 2020
riempitivo gdl header

Fotografia della Regione Logistica Milanese tra nodi e potenzialità

0
DEA CAPITAL – newsbanner dal 3 giugno al 3 settembre 2020

Per Regione Logistica Milanese (RLM) si intende la vasta area che va da Novara a Brescia includendo a Sud Piacenza e a nord il nodo di Malpensa. Un’area logisticamente fondamentale e concepita in una ricerca commissionata nel 2010 dalla Camera di Commercio di Milano e portata a termine dal Centro sulla Logistica e il Supply Chain Management della LIUC Business School di Castellanza (Varese).

Dieci anni dopo la LIUC aggiorna dati e tendenze

A distanza di dieci anni la CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi ha invitato i medesimi ricercatori ad aggiornare dati e tendenze e il risultato è stato esposto dal Prof. Fabrizio Dallari, professore ordinario della LIUC, nel corso di un webinar che ha visto un’intensa partecipazione di pubblico, i saluti del Presidente CCIAA, Carlo Sangalli, della presidente ALSEA Betty Schiavone e le testimonianze di Bruno Pisano (Sernav), Piero Solcà (Hupac), Marco Novelli e Alessandro Mattinzoli (Regione Lombardia), Sidney Pinzani (Candy Hoover – Haier Europe).

La Regione Logistica Milanese a confronto con i competitor europei

Il prof. Dallari ha riassunto le caratteristiche della RLM ponendola a confronto con i cluster concorrenti di Île de France, Catalogna, Western Netherlands e Baviera (ci classifichiamo quarti a pari merito della Spagna, in testa l’Olanda) evidenziandone i punti di forza e le criticità misurabili con l’adozione di 24 indicatori di prestazione distribuiti su tre dimensioni: costi, efficienza e competitività, accessibilità e connettività. Tra gli aspetti migliorabili infrastrutture, sviluppo dell’intermodalità (in particolare in relazione ai porti di riferimento: Genova e La Spezia), ciclo doganale e air cargo.

Tutti i numeri della Regione Logistica Milanese (RLM)

La RLM vanta oltre 800 depositi e magazzini (per il 90% entro un raggio di 45 chilometri dal centro di Milano) per una superficie complessiva di 8,9 milioni di metri quadri (vacancy 1,2%), 703 chilometri di autostrade, 857 di ferrovie, 13 terminal intermodali, due interporti, 4 aeroporti, 2 porti di riferimento, 18mila imprese di logistica e trasporti, di cui 1.300 “orchestratori” di flussi capaci di garantire un fatturato di 22,4 miliardi (il 27% del totale Italia). 50 le imprese con un fatturato superiore ai 50 milioni di euro e 25 le aziende con oltre 250 dipendenti. In totale gli addetti sono 170.000 (di cui 95.000 negli “orchestratori”) e ciascun addetto genera ricavi medi per 236.000 euro. Dall’area, ogni anno, transitano merci per un valore di 140 miliardi di euro, il 16% del totale nazionale.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR