CROWN – header banner dal 1 settembre al 30 novembre 2018
CLS – Header banner dal 14 maggio al 31 dicembre 2018
riempitivo gdl header

Brivio & Viganò – Bridgestone: avviato il progetto di allineamento assali

0
Euro Expo – Newsbanner dal 1 ottobre al 21 novembre 2018
OM STILL newsbanner dal 1 settembre al 30 novembre 2018
TRANSPOTEC – newsbanner dal 1 ottobre al 24 febbraio 2019

La sicurezza alla guida e l’eco-sostenibilità sono temi di grande importanza per le società di trasporto come Brivio & Viganò, che da sempre investe nella ricerca e nell’implementazione di nuove tecnologie per innovare il proprio lavoro.

L’allineamento assali dei veicoli è un fattore che, se compromesso, per via della conformazione stradale o per l’assestamento naturale delle componenti meccaniche, provoca un rotolamento scorretto degli pneumatici, variando di conseguenza la traiettoria lineare del mezzo, e quindi un peggioramento dei fattori sopracitati.

La collaborazione con Bridgestone

Bridgestone, azienda numero uno al mondo nella produzione di pneumatici e prodotti in gomma, in qualità di fornitore di pneumatici e soluzioni di mobilità, ha avviato un progetto win-win con la società brianzola mettendo a disposizione un sistema innovativo per la diagnosi e quindi la risoluzione dell’allineamento degli assali, aumentando così l’efficienza dei veicoli.

Lo strumento (I-track di Josam) permette all’azienda giapponese di apportare un plus nella sua collaborazione con Brivio & Viganò e a quest’ultima di incrementare il know-how e l’operatività della propria area manutenzione automezzi.

L’analisi è stata avviata alla fine del 2017 su un primo campione di 100 veicoli per poi essere estesa, visti i risultati più che positivi, a tutta la flotta di proprietà di B&V.

Assali allineati per una sicurezza al top

L’introduzione di tale supporto consente il perfezionamento dell’assetto del mezzo, assicurando in questo modo numerosi vantaggi su più fronti.

In prima battuta la riduzione dei consumi, sia per quanto riguarda gli pneumatici sia per quanto riguarda il carburante, e quindi un abbattimento dell’impatto ambientale.

Oltre a ciò, si ottiene un miglioramento della componente sicurezza. Grazie a una stabilità dell’autocarro ottimizzata diminuiscono lo stress alla guida, l’affaticamento del conducente e il rischio di errore causa distrazione e si verifica il recupero degli angoli cechi posteriori provocati dallo slittamento del rimorchio.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL