CECCARELLI – header banner dal 1 giugno al 31 giugno 2021
AMAZON – header banner dal 17 maggio al 17 giugno 2021
riempitivo gdl header

Automazione goods-to-person: Ophtalmic Compagnie si affida a Savoye

0
BAOLI – newsbanner dal 1 maggio al 30 giugno 2021
FONDAZIONE ITL – newsbanner dal 8 giugno al 7 luglio 2021
SICK – newsbanner al 10 giugno al 10 luglio 2021

Un progetto di automazione intralogistica per sostenere la crescita: con questo obiettivo Ophtalmic Compagnie – uno dei principali attori nella vendita e distribuzione di lenti a contatto e lenti correttive – ha scelto di affidarsi a Savoye, per ottimizzare i propri processi logistici attraverso una soluzione goods-to-person.

Vediamoci chiaro: una logistica a servizio dell’ottica

Precursore nella distribuzione multimarca di lenti a contatto e prodotti di conservazione dedicati, Ophtalmic Compagnie assiste i propri clienti ottici, oftalmologi e farmacisti nella vendita e nella distribuzione di prodotti e attrezzature ottiche dal 1986. Attualmente, in Francia, una lente su cinque è distribuita dall’azienda, la cui copertura geografica si estende in Europa.

Con una forte crescita a due cifre e la volontà di integrare alle proprie competenze la produzione di lenti di alta gamma, il distributore, che dal giugno 2019 si trova in un nuovo edificio di 5.000 mq a Villepinte, Francia, ha deciso di ripensare i propri processi per migliorare in produttività. Per farlo, si è rivolto all’azienda Savoye, specializzata in intralogistica.

Rivoluzione Goods-To-Person

Precedentemente dotata di una trentina di unità di stoccaggio rotanti verticali per gestire quattro famiglie di prodotti: lenti a contatto, lenti per occhiali, lozioni per la conservazione e integratori alimentari per la salute degli occhi, Ophtalmic Compagnie ha quindi modernizzato la propria organizzazione in occasione dello spostamento del magazzino e ha installato la soluzione robotizzata di preparazione Goods-To-Person X-PTS di Savoye.

La soluzione? Elaborare più di 20.000 referenze in stock attraverso processi di preparazione, dai più semplici ai più complessi, compresi preparativi individuali nominali per le lenti correttive dei clienti finali. Per fare ciò, tra febbraio e marzo 2019 è stata avviata una serie di test sull’installazione e sugli strumenti software: il WCS incaricato di pilotare il sistema e il WMS LM XT di Savoye, entrambi interfacciati con l’ERP X3 della Ophtalmic Compagnie.

Alla fine di marzo 2019, l’azienda ha lanciato l’installazione in funzionamento mantenendo il suo impegno nei confronti dei clienti: consegna al mattino per il pomeriggio o il giorno successivo prima delle 17.00.

Velocità, precisione, tracciabilità e sicurezza

“Prima, durante e dopo il nostro trasferimento nella nuova sede, Savoye è stata in grado di sostenerci nel mantenimento delle attività. Oggi, controlliamo il nostro strumento e garantiamo una qualità di servizio differenziata in un mercato altamente competitivo. Ci troviamo a velocità di crociera in termini di produttività e presto raggiungeremo il livello ottimale stabilito con Savoye”, spiega Nathanel Slama, direttore logistico di Ophtalmic Compagnie.

“La produttività prevista dalla nostra soluzione è dell’ordine di 400 contenitori all’ora. In particolare, consentirà a Ophtalmic Compagnie di ottimizzare la propria tracciabilità, di guadagnare in efficienza e di integrare il laboratorio di finitura delle lenti con un organico costante”, spiega Thierry Paire, ingegnere commerciale Savoye in relazione a Ophtalmic Compagnie.

Le persone al centro del cambiamento: maggiori competenze, miglior ergonomia

Così, in parallelo a questo progetto di automatizzazione, Ophtalmic Compagnie ha sviluppato le proprie attività creando un laboratorio per la finitura delle lenti: “In nessun caso l’automatizzazione della preparazione degli ordini dovrebbe impattare negativamente sul personale. Al contrario, per una quarantina di collaboratori coinvolti nella preparazione degli ordini è stata una vera e propria opportunità per acquisire nuove competenze o addirittura cambiare lavoro, continuando l’avventura con Ophtalmic Compagnie. Alcuni dei nostri operatori sono passati dalla preparazione degli ordini al ruolo di tecnici di manutenzione o alla produzione.

L’installazione della soluzione X-PTS ci ha permesso di trasformare il lavoro, di portare cambiamenti sociali e di sviluppare nuove promettenti attività” , sottolinea Nathanel Slama. Peraltro Ophtalmic Compagnie studia numerosi sviluppi: l’installazione di una terza via X-PTS o ancora l’evoluzione dell’impacchettamento usando le macchine JIVARO. “Raggiungeremo presto il nostro obiettivo di crescita del 30%, quindi dovremo sviluppare il sistema in collaborazione con il nostro partner Savoye”, conclude Nathanel Slama.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR