CLS – Header banner dal 1 aprile al 30 giugno 2019
riempitivo gdl header

Un colosso si affaccia sulla baia di Trieste: il magazzino automatico di Pasta Zara

0
GEP – newsbanner dal 1 al 30 giugno 2019
BAOLI – newsbanner dal 1 maggio al 30 giugno 2019

Con un market share a livello globale che oggi si attesta al 14,5%, Pasta Zara, società guidata dalla famiglia Bragagnolo, è il primo esportatore italiano di pasta e il secondo produttore nazionale.

La storia di Pasta Zara inizia da lontano quando, nel 1898 a Villarazzo, in provincia di Treviso, Emanuele Bragagnolo apre una bottega che subito conquista i consumatori locali. Oggi la società, guidata dalla quarta generazione rappresentata da Furio, Arianna, Umberto e Franca, opera attraverso i tre stabilimenti di Riese Pio X (TV), Muggia (TS), e Rovato (BS), nel 2010. Dalle 22 linee produttive attive nei tre plant vengono oggi prodotti ogni giorno 1.500 tonnellate di pasta lunga, corta e a nido distribuite in Italia, che assorbe meno del 10% della produzione, e in 108 Paesi nel mondo con marchi propri o tramite i private label della Grande Distribuzione.

La logistica è al centro

“Grazie all’automazione dello stabilimento di Riese Pio X, completata nel 2012, e alla configurazione dei software di magazzino che la governano, è stato possibile gestire senza errori lo stoccaggio dei prodotti in ottica FIFO (First in, first out, N.d.R.) e soddisfare con precisione le specifiche richieste dei clienti in merito alla vita residua dei prodotti. Inoltre, lo sviluppo in verticale della struttura ci ha garantito una maggiore capienza, in grado di soddisfare eventuali potenziamenti delle linee produttive” spiega il vicepresidente Umberto Bragagnolo.
Forte dei risultati ottenuti a Riese Pio X, nel 2014 la società decide di rilanciare e dare il via alla costruzione del più grande magazzino automatico del settore pasta – 150, 5 metri di lunghezza, 74,8 di larghezza e 37,7 di altezza per una capienza complessiva di 66.000 posti pallet, dove le U.d.C. sono movimentate da 11 trasloelevatori- a servizio delle attività produttive dello stabilimento triestino di Muggia, caratterizzato da volumi produttivi e da un potenziale di crescita ancora maggiori rispetto a quelli del plant di Riese Pio X. “Qui abbiamo attivato di recente una nuova linea produttiva per la pasta corta da 12.000 kg. all’ora – si tratta della linea più grande al mondo – e abbiamo in previsione ulteriori ampliamenti” spiega Bragagnolo.

Il layout del magazzino di Pasta Zara a Muggia (TS)

Il layout del magazzino di Pasta Zara a Muggia (TS)

Il magazzino automatico che resiste alla bora

La realizzazione dell’impianto è stata affidata a Lyto’s per il magazzino autoportante e la pannellatura, e a Stöcklin per l’automazione. Fondamentale per la buona riuscita del progetto è stato lo studio preliminare per la progettazione della platea, condotto dalla squadra ingegneristica di Lyto’s in stretta collaborazione con i tecnici di Pasta Zara, reso particolarmente complesso dalla mancanza di portanza del terreno che ha richiesto una palificazione in profondità, dai 37 ai 40 metri .

Altra fase estremamente delicata che ha confermato la perizia del team di Lyto’s, è stata quella del montaggio di scaffalature alte sino a 37 metri, sotto il vento di bora che può arrivare a colpire il Golfo di Trieste anche a 150 km/ora. “Sempre per garantire la sicurezza del magazzino sotto le sferzate della bora” specifica Marco Zanisi, amministratore unico di Lyto’s, “è stata utilizzata una pannellatura più spessa (8 cm. Invece degli abituali 4-6 cm.), affrancata con fissaggi rinforzati”.

Terminata la costruzione della struttura nel settembre del 2015, sono state avviate le prime interazioni con la produzione e i test operativi. Il go live dell’impianto, con l’abbandono definitivo della precedente gestione manuale dello stock di prodotto finito, è avvenuto il 18 gennaio 2016 e oggi riguarda circa 6.000 pallet sui 66.000 di capacità di stoccaggio.

“Adesso” sottolinea Umberto Bragagnolo “si vede l’alba di una nuova fase di sviluppo: in questi mesi stiamo lavorando per settare l’impianto logistico sulle specificità dello stabilimento di Muggia con l’obiettivo di ottimizzare il dialogo fra i vari reparti, migliorare la gestione delle giacenze, aumentare la precisione della fase di carico dei camion e ridurre il tempo uomo necessario a questa operazione”.

  • Ragione Sociale: Pasta Zara Spa
    Indirizzo: Via Franco Bragagnolo 1 – 31093 Riese Pio X (TV)
    Strada delle Saline, Z.I. – 34015 Muggia (TS)
    Via XXV Aprile, 10/12 – 25038 Rovato (BS)
    Telefono e fax sede di Muggia: 040-2396820
    Mail: info@pastazara.itexport@pastazara.it
    Sito internet: www.pastazara.it
    Fatturato: 282 milioni nel 2015
    Dipendenti: 175 a Riese Pio X, 153 a Muggia e 119 a Rovato
    Paesi presidiati: 108
    Market share a livello mondiale: 14,5%
    Quota export: 93% (60% destinata all’Europa allargata)
    Capacità produttiva complessiva nel 2015 :330.000 tonnellate di pasta
    Certificazioni: Certificato ISO 9001; Certificato di conformità produzioni Biologiche; Certificazione ISO 14001:2004 (ITA); Certificazioni ISO 22005; GSFS; IFS per tutti e tre gli stabilimenti
  • Indirizzo: Strada delle Saline, Z.I. – 34015 Muggia (TS)
    Anno di entrata in esercizio: 2016
    Tipologia del magazzino: magazzino autoportate (scaffalature a norma CE) con 11 corridoi in doppia profondità
    Altezza sotto trave: 34,7 m.
    Dimensioni: 150,5 x 74,8 x 37,7 m. (L x W x H)
    Posti pallet: 66.000
    Pianali di carico: 13
    Trasloelevatori: 11
    Shuttle: 35
    Fasciatori: 3
    Navette LGV: 5
    Volumi input: 150/ h
    Volumi output: 300/h
  • Scaffalature: Lyto’s
    Automazione e WMS: Stocklin
    LGV: Electric 80
    Fasciatori: Atlanta
    Platea: Grandi Opere
    Sprinkler: Sbrissa
    MES: Autoware

Alice Borsani

L’articolo completo è pubblicato sul numero di marzo 2016 del Giornale


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL