CROWN – header banner dal 1 settembre al 30 novembre 2018
CLS – Header banner dal 14 maggio al 31 dicembre 2018
riempitivo gdl header

Il magazzino del mese di Globalpesca a Gravellona Toce: automazione vista lago

0
OM STILL newsbanner dal 1 settembre al 30 novembre 2018

Unica delle tre Isole Borromee ad essere ancora abitata stabilmente, e forse per questo meno “patinata” delle sorelle – l’Isola Bella e l’Isola Madre -, l’Isola dei Pescatori regala una suggestione unica di tempo sospeso.

Proprio in questo gioiello del Lago Maggiore, 110 anni fa, Felice Ruffoni iniziò a commercializzare i frutti del suo lavoro di pescatore, praticato dalla sua famiglia per generazioni.

Questa iniziativa diede il via ad una storia imprenditoriale che continua ancora oggi con Globalpesca.

“Negli ultimi anni” ci spiega Defendente Ruffoni, amministratore della società insieme al fratello Angelo e a Manuela Zini “l’azienda si è evoluta con l’obiettivo di garantire un’offerta sempre più completa al canale Ho.Re.Ca.”

Logistica a bordo lago

Oggi Globalpesca lavora su nove province in un raggio d’azione ampio circa 170 chilometri che si estende dalla Lombardia al Piemonte, fino alla Val d’Aosta.

Quest’anno la società ha inoltre aperto la prima controllata estera in Svizzera, Globalpesca SA, per meglio presidiare il mercato locale.

“La nostra è un’azienda di servizi che distribuisce prodotti alimentari” sottolinea Defendente Ruffoni. “La logistica è per noi un’attività fondamentale da cui dipende il livello di servizio offerto ai clienti, che sono variegati e con esigenze molto personalizzate in termini di orari e modalità di consegna. In controtendenza rispetto a molti nostri competitor, abbiamo deciso di presidiare direttamente tutte le attività logistiche, dirottando al potenziamento di questo settore importanti e costanti investimenti.”

Automazione in primo piano

Il principale ha senz’altro riguardato l’attivazione di un impianto automatizzato per la gestione in sequenza dei colli in uscita, progettato e implementato da TGW, attivato nel 2014 e per cui è previsto un raddoppio nella primavera del 2018.

Globalpesca garantisce, da sempre, un lead time delle consegne in AxB – “il prodotto ordinato oggi deve essere in dispensa domani” sottolinea Ruffoni – e prima dell’implementazione del magazzino automatico gli ordini venivano evasi con picking manuale per giro di consegna.

“Con l’automazione si è avuto un cambio epocale nel modo di ragionare e di lavorare” spiega Ruffoni sottolineando con orgoglio non solo che il nuovo magazzino ha accelerato la crescita aziendale in modo superiore alle aspettative, ma soprattutto che ha avuto un impatto estremamente positivo sulla qualità del lavoro delle maestranze impegnate in logistica.

Il Layout del magazzino di Globalpesca a Gravellona Toce

Efficienza in due fasi

“Insieme a TGW abbiamo delineato un progetto a lungo termine estremamente personalizzato che prevedeva l’attivazione di due impianti automatizzati.

Il primo pensato per permetterci di gestire una crescita fino alla soglia dei 50 milioni di euro di fatturato, raggiunta con due anni di anticipo rispetto ai piani, il secondo, che entrerà in azione a maggio e a regime in settembre del 2018, con il quale contiamo di arrivare ad un raddoppio netto delle capacità operative” rivela Ruffoni.

Il primo magazzino ha portato a Globalpesca notevoli benefici non solo a livello quantitativo, ma anche a livello qualitativo: la merce è gestita con la completa garanzia del mantenimento della catena del freddo dal suo arrivo ai magazzini di Gravellona Toce allo scarico nelle cucine dei clienti.

Ma soprattutto, la crescita del volume d’affari ha reso necessaria l’assunzione di nuove risorse interne. “L’automazione – chiosa Ruffoni – lungi da aver ridotto il numero dei dipendenti ha portato le nostre maestranze a svolgere un lavoro molto più qualificante e ad un’ottimizzazione generale dei processi interni”.

Una crescita sostenuta

Con 3.800 referenze attive nei tre reparti di secco, fresco e gelo; un totale di 4.000 clienti che generano circa 700 – 750 ordini al giorno da evadere in AXB, con un media di 7 righe d’ordine ciascuno e senza nessun limite minimo dell’ordinato – “capita che, in bassa stagione, un cliente ordini una sola mozzarella” – la gestione del processo logistico in Globalpesca si traduce in una ricerca continua e quotidiana dell’assetto migliore e più efficiente per risolvere una complessità che può variare in base a fattori diversi, quali, per esempio, la saturazione di un giro di consegna, la stagionalità (da Pasqua a fine settembre i flussi hanno un incremento anche del 35%) o le particolari richieste spot che arrivano dai clienti.

Come fare? “Una volta escluso di intervenire in fase di preparazione – lavorare in sequenza gli ordini avrebbe più che decuplicato i tragitti in magazzino, spiega Andrea Ruffoni, direttore operativo della società – abbiamo iniziato ad immaginare quale sistema automatico avrebbe potuto fare al caso nostro.

Con TGW abbiamo identificato la soluzione e lavorato insieme per personalizzarla sulle nostre particolarità.

Le simulazioni 3D del sistema progettato, effettuate da una società specializzata elaborando i dati del movimentato nel 2013, ci hanno convinto che la strada intrapresa fosse quella giusta.

Avevamo la certezza matematica delle performance attese: fortunatamente i risultati ottenuti dopo un intenso lavoro di ottimizzazione, durato circa un anno e mezzo, si sono rivelati superiori alle aspettative”.

Il magazzino del futuro

Visti gli ottimi risultati in termini di efficienza e di qualità del lavoro (gli errori di magazzino sono sotto la soglia dello 0,1%), Globalpesca ha deciso di anticipare l’avvio della seconda fase del processo che porterà alla messa in opera di un secondo impianto automatico la cui entrata in esercizio è prevista entro maggio 2018.

In particolare il progetto prevede la riconversione di Smarter #1 alla gestione delle referenze congelate, mentre il nuovo modulo Smarter #2, dotato di 5 commissioner, sarà dedicato completamente alle referenze secco – fresco.

“Con il nuovo impianto” spiega Andrea Ruffoni “contiamo non solo di raddoppiare la nostra capacità operativa ma anche di ottimizzare e velocizzare i tempi di evasione degli ordini grazie all’automazione delle operazioni di preparazione dei misti, sia gelo, sia secco”.

  • Ragione sociale: Globalpesca Spa
    Indirizzo: Via Caduti sul Lavoro,11 – 28883 Gravellona Toce (VB)
    Telefono: 0323 846051
    Fax: 0323 864558
    Sito internet: www.globalpesca.it
    Mail: info@globalpesca.it
    Data di fondazione: 1907
    Posizionamento: azienda di servizi per il canale Ho.Re. Ca.
    Tappe recenti della crescita aziendale: 2007: installazione nuovo impianto di stoccaggio gelo; 2008: potenziamento reparto pesce fresco; 2009: rifacimento e acquisto di nuove celle gelo; 2011 implementazione della radiofrequenza; 2012: installazione impianto fotovoltaico: 2014: implementazione del sequenziatore automatizzato Smarter #1; 2016: nuovo sistema ERP integrato; 2017: implementazione nuovo sistema My Agent 2.0 per la forza vendita; 2018: è prevista l’installazione del secondo magazzino automatizzato Smarter #2
    Investimenti dal 2007: 12 milioni di euro
    Personale: 105 dipendenti di cui 42 autisti a cui si aggiungono 40 agenti monomandatari
    Mezzi: 42 mezzi Iveco di proprietà da 35 a 70 qli, rinnovati in media ogni 6 anni
    Dimensioni dello stabilimento: 11.000 mq totali di cui 1.000 mq adibiti a uffici
    Fatturato: 52 milioni di euro previsti per il 2017, con un raddoppio netto del giro d’affari segnato dall’azienda nel 2005
    Proprietà aziendale: Famiglia Ruffoni (amministratori: Angelo Ruffoni, Defendente Ruffoni, Manuela Zini)
    Aziende collegate: Globalpesca SA, nata nel 2017 per meglio presidiare il mercato svizzero
    Certificazioni: ISO 9001
  • Data entrata in esercizio dell’attuale configurazione: 2014, l’attivazione del secondo sequenziatore automatizzato è programmata per maggio 2018
    Dimensioni impianto Smarter #1: altezza 20 metri per una capienza di 20.000 colli che sarà più che raddoppiata con l’entrata in esercizio del modulo Smarter #2
    Livelli di stoccaggio: 41 a 4 profondità
    UdS: colli di dimensioni variabile compresi da 20x20x7 cm a 60x40x30 cm
    Referenze attive: 3.500
    Flussi in: circa 100 bancali al giorno dai fornitori
    Ordini gestiti: 700 – 750 ordini al giorno
    Media righe d’ordine per cliente: 7
    Colli evasi al giorno: circa 10.000
    Colli gestiti all’anno: circa 2.000.000
    Km percorsi all’anno: 1.000.000
    Percentuale di errori: 0,1%
  • ERP: NAVISION
    Magazzino automatico e sistema di sorting: TGW
    WMS: TGW con fortissima personalizzazione interna
    Scaffali tradizionali: Jungheinrich
    Carrelli elevatori: Jungheinrich


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL