EUROPA RISORSE – header banner dal 1 maggio al 30 giugno 2024
MAN HAND WORK – header banner dal 1 al 31 maggio 2024
SWISSLOG – header banner dal 1 marzo al 31 maggio 2024
CBRE – Header banner dal 14 dicembre 2023 al 14 giugno 2024
COLLIERS – header banner dal 1 al 31 maggio 2024

Torello: una storia famigliare, una storia di logistica fatta con trasporto

0
GLOBAL SUMMIT news banner dal 23 aprile al 23 maggio 2024
STILL – newsbanner dal 1 maggio al 31 agosto 2024
TOYOTA – newsbanner dal 25 maggio 2023 al 24 maggio 2024

Aveva vent’anni e i suoi occhi spaziavano sui terreni coltivati della famiglia a Montoro, Irpinia. A quel tempo, fine degli anni Sessanta del secolo scorso, la “logistica” era un camioncino con cui, in conto proprio, Nicola Torello effettuava il trasporto di prodotti sui mercati, prima del territorio, poi in tutta Italia, “da Trieste a Palermo” – dice oggi con orgoglio. Oggi la Torello Trasporti e Logistica è una società che conta più di 1.000 dipendenti, un flotta di 1.500 mezzi e un’attività di logistica integrata in pieno sviluppo.

Una famiglia “allargata”

“La cosa più importante è la famiglia” – ci dice il fondatore Nicola Torello. Una famiglia allargata: non solo i tre figli, Antonio, Concetta ed Umberto ,decisivi per lo sviluppo dell’impresa, come vedremo, ma anche e soprattutto i dipendenti: “credo di conoscerli tutti, uno per uno. O almeno ci provo, perché il legame che si crea con le persone è la forza più vitale: solo conoscendo le persone è possibile trasmettere loro dei valori”.

RICHMOND-LOGISTIC FORUM IT-newsbanner dal 1 al 31 maggio 2024

Il passaggio generazionale matura alla fine degli anni Ottanta e coincide con l’internazionalizzazione dell’impresa, un forte sviluppo nell’offerta di servizi specializzati in particolare (ma non solo) nel trasporto, in investimenti nella flotta e nelle dotazioni infrastrutturali e tecnologiche con riguardo agli immobili, l’IT e il Trace & Tracking: “decenni di esperienza – dice Umberto – ci mettono nelle condizioni di affrontare con il cliente qualunque tipo di problema garantendo efficienza da un lato, contenimento dei costi dall’altro. Il segreto è nella scelta di proporci come dei partner e non dei fornitori”.

Non solo trasporto

Parole che il vostro umile cronista si è sentito ripetere infinite volte. Come passare dalle parole ai fatti? “Con la competitività delle soluzioni proposte – replica Umberto -: contano i numeri. E i numeri tornano se si è capaci di calarsi nei panni del cliente, di condividere a 360 gradi le sue attività, di comprenderne i problemi e di trovare soluzioni. Non si diventa tra i primi operatori nella distribuzione di prodotti freschi per caso: occorrono mezzi adeguati, professionalità dedicate, una struttura di depositi, filiali e transit point con una presenza capillare in tutta Italia. Con mezzi propri o acquisendo un network, quale DIF – Distribuzione Italiana Freschi, che coinvolge altre imprese specializzate rendendole partner nella distribuzione di merce a 0÷4 gradi secondo le modalità tipiche dei network di pallet espresso”.

Internazionalizzazione in primo piano

L’internazionalizzazione è l’altro pilastro di sviluppo, un’internazionalizzazione che pone inizialmente al centro il trasporto di merce deperibile successivamente affiancata dal secco: “la crescita è stata molto significativa – racconta Antonio – sostenuta da sviluppo interno e dalla nascita di collaborazioni strutturate con società quali la TN Logistica SK (Slovacchia) e la TN Logistika SK-Ro (Romania) grazie alle quali i volumi verso i Paesi dell’Est Europa sono triplicati in quattro anni”.
La Torello Trasporti diventa quindi una vera e propria multinazionale del trasporto e, più recentemente, della logistica da cui il nuovo payoff (Trasporti & Logistica): “abbiamo chiuso un cerchio – rivela Concetta -: sviluppo di filiali in Italia e in Europa, internazionalizzazione dell’impresa, offerta di servizi di trasporto e distribuzione capillare, apertura delle attività anche ai servizi di logistica integrata, allargamento dell’offerta dalla temperatura controllata al secco, investimenti nelle ultime tecnologie per quanto concerne veicoli, intralogistica e ICT. L’obiettivo è costruire, per ogni cliente, un vestito su misura contando su risorse interne, gestite direttamente”.

L’articolo completo è stato pubblicato sul numero di marzo 2016 del Giornale


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL