BERNONI & PARTNERS – header banner dal 1 settembre al 15 ottobre 2021
TORELLO – header banner settembre 2021
GEP – Header banner dal 1 settembre al 31 ottobre 2021

GLP: sviluppare relazioni di valore

0
RICHMOND – LOGISTIC FORUM – newsbanner dal 1 al 30 settembre 2021
STILL – newsbanner dal 1 settembre al 30 settembre 2021
MIP newsbanner dal 1 luglio al 30 settembre 2021
INTRALOGISTICA 2021 – newsbanner dal 8 settembre al 8 ottobre 2021

Prima dei muri e delle fondamenta, ancor prima di planimetrie e progetti, un immobile logistico ha origine dalla capacità di creare relazioni di valore: con il territorio e con le comunità che vi abitano, con i partner, con i customer e con tutto l’eco-sistema di clienti fidelizzati e potenziali. Ne è convinto Roberto Piterà, Country Director di GLP Italia, che ha voluto partire dall’importanza di costruire legami, per raccontare chi è GLP e quali progetti ha per il nostro Paese.

A livello globale, GLP è un investitore focalizzato nel business logistico in ambito immobiliare, finanziario, infrastrutturale e tecnologico. È attivo in Brasile, Cina, India, Giappone, Stati Uniti e Vietnam e in ben 12 Paesi Europei, gestendo un patrimonio di oltre 100 miliardi di dollari in fondi immobiliari e di private equity. L’ingresso sul mercato europeo avviene per GLP con l’acquisizione, nel 2017, di Gazeley –  operatore specializzato nello sviluppo di infrastrutture e parchi logistici – cui è seguito un rapido sviluppo a presidio dei territori, in ascolto delle specifiche esigenze dei diversi mercati. In poco più di tre anni GLP ha più che triplicato il proprio patrimonio in gestione in Europa e punta a raddoppiarlo ulteriormente nei prossimi due anni.

Dove le idee prendono forma concreta

“Il nostro impegno è quello di operare come “business builder”, con l’obbiettivo di offrire alle aziende soluzioni per lavorare e progredire in contesti più moderni ed efficienti. La nostra forza”, sottolinea Roberto Piterà, “è la possibilità di combinare l’esperienza acquisita a livello globale con la conoscenza diretta dei territori dove operiamo come investitori, sviluppatori e gestori di asset logistici. Dove individuiamo un’opportunità, acquisiamo terreni e li sviluppiamo o su commissione o in maniera speculativa secondo i migliori standard qualitativi e di sostenibilità, secondo le linee ESG – Environmental, Social and Governance. Ancora oggi troppo spesso la sostenibilità è percepita come un concetto astratto, di complessa e onerosa realizzazione. Noi vogliamo cambiare questa mentalità partendo da azioni concrete: in UK, GLP ha sviluppato il primo immobile net zero carbon footprint. Si tratta del magazzino denominato Magnitude 314, situato all’interno del parco logistico di Magna Park Milton Keynes a Lutterworth, in Inghilterra. Sviluppare un magazzino net zero significa realizzare un immobile in grado di minimizzare il proprio impatto ambientale nell’arco di tutto il suo “ciclo vitale”, dalla scelta delle materie prime, all’entrata in attività fino al suo impiego costante e alla sua dismissione.

Aver potuto compiere questo primo passo in UK ci ha consentito di dimostrare che l’impatto zero è possibile e anzi auspicabile e abbiamo l’ambizione di poter concretizzare un simile progetto anche in Italia. Anche se con prudenza, cresce l’interesse delle aziende verso questo tipo di soluzioni e il freno dell’investimento iniziale più alto, può essere oggi superato grazie alle prospettive di TCO davvero interessanti”.

Spazio al cambiamento

Oggi GLP dispone in Italia di un portfolio immobiliare di oltre 220.000 mq di Assets Under Management e ulteriori 200.000 mq sono già in Development Pipeline grazie a un team di 7 risorse che operano mettendo a sistema le differenti e complementari competenze in ambito real estate. “Siamo una realtà in crescita e tutto quello che facciamo, la nostra stessa realtà quotidiana, è permeata dei valori di GLP che implicano una sostenibilità a 360°. La nostra sede a Milano, per esempio”, racconta Piterà, “si trova in via Broletto, all’interno di un immobile ristrutturato secondo gli standard LEEDS. La nostra attività di land banking in Italia è rivolta a location di prim’ordine che ci consentano di sviluppare valore per realtà che cerchino soluzioni in grado di interpretare al meglio le tendenze di un mercato in rapida e radicale evoluzione, fortemente impattato dal fenomeno e-commerce e dalla necessità – imposta anche dalla pandemia – di ridisegnare le supply chain”.

Il portfolio immobiliare di GLP in Italia è composto da sette immobili, grazie ad un’importante acquisizione portata a termine nella primavera di quest’anno. “La prima acquisizione di GLP nel mercato italiano è stata completata a tempo di record. Questa operazione”, spiega Roberto Piterà, “è in linea con la nostra strategia di acquisire e sviluppare proprietà ben collegate e di qualità, situate nei principali hub logistici del paese, per poter far crescere la nostra offerta di immobili sia in Italia che in Europa”.

GLP può contare su due fondi: CDP – fondo vocato allo sviluppo – e EIP – Europe Income Partners II, fondo di investimento puro che ha gestito l’acquisizione italiana. “EIP II ha conseguito una raccolta fondi superiore alle aspettative: segnale, questo, sia della fiducia che gli investitori hanno nel nostro modus operandi, sia più in generale di come sia cambiata l’immagine dell’immobiliare logistico e di come oggi ne vengano riconosciute le potenzialità e il capitale strategico”.

Estratto dell’articolo pubblicato sul numero di giugno 2021 de Il Giornale della Logistica


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR