CROMWELL – header banner dal 5 giugno al 5 luglio 2024
SISTEMA ESPANSIONE – header banner dal 1 al 30 giugno 2024
AUTOSTORE – header banner dal 1 al 30 giugno 2024
EUROPA RISORSE – header banner dal 1 maggio al 30 giugno 2024
DEA CAPITAL – header banner dal 24 maggio al 30 giugno + 1/9 al 23/9
COLLIERS – header banner dal 1 al 30 giugno 2024

Grant Thornton con Italtrans: la strategia che dà una marcia in più

0
STILL – newsbanner dal 1 maggio al 31 agosto 2024

Essere sempre pronti a raccogliere una sfida e trasformarla in opportunità, con i piedi ben piantati a terra ma la capacità e la voglia di guardare lontano. È questo l’approccio che caratterizza da sempre Italtrans – realtà specializzata in servizi di logistica integrata e trasporto a temperatura positiva e controllata, con focus nell’ambito food – come ben testimoniano i passi compiuti per arrivare ad oggi: un gruppo che comprende quattro società controllate, attive lungo la supply chain alimentare dal primo all’ultimo miglio, con un fatturato di oltre 480 milioni di euro (dato 2022, generato grazie al lavoro di oltre duemila collaboratori diretti. Attualmente le quattro società controllate sono: Mazzocco (trasporto medio-lungo raggio), G.B. Trasporti (manutenzione mezzi), Deliverit (e-commerce) e Frigor Trasporti Orobico (4° gamma).

Italtrans è parte di un gruppo societario che opera sotto il controllo di BB Holding S.r.l., al cui interno trovano collocazione aziende attive in diversi settori (immobiliare, energia rinnovabile, concessionaria e officina, servizi amministrativi). Realtà distinte e autonome, ma che operano con il medesimo obiettivo, ossia assicurare il miglior livello di servizio al cliente. Uno stesso standard di servizio, qualità, impegno e attenzione lungo ogni fase del processo.

DEA CAPITAL – newsbanner dal 1 giugno al 30 giugno 2024
RICHMOND-LOGISTIC FORUM IT-newsbanner dal 1 al 30 giugno 2024

Più dei numeri – che decisamente parlano da soli – vogliamo però parlare delle scelte fatte, per comprendere le quali abbiamo chiesto a Laura Bertulessi, Amministratore Delegato di Italtrans, di ripercorrere con noi le principali tappe della crescita aziendale.

La strada percorsa

“Italtrans nasce nel 1985 quando con mio marito, Claudio Bellina, e mio cognato Germano Bellina abbiamo avviato un’attività di autotrasporto per prodotti ortofrutticoli tra Bergamo e Milano”, ricorda Laura Bertulessi. “Già nel 1986 abbiamo effettuato il primo trasporto a temperatura controllata per un gande player della GDO italiana, iniziando ad investire in una flotta dedicata. All’aumentare della complessità operativa, abbiamo iniziato a strutturarci con società dedicate alle differenti attività: GB Trasporti è diventata la società dedicata alla manutenzione dei mezzi e nel 1999 Italtrans è diventata una Spa.

Nel 2000 abbiamo compiuto una vera e propria evoluzione: in risposta a necessità specifiche dei nostri clienti abbiamo attivato servizi di logistica presso un primo magazzino a Calcinate. Inizialmente si trattava di logistica a temperatura ambiente, ma solo 3 anni dopo siamo stati pronti a fornire servizi di logistica a temperatura controllata per prodotti freschi. Nel 2004 un ulteriore passo: entriamo nel mondo dei surgelati, con servizi di logistica e trasporto multi-temperatura. Nell’ambito della cold chain abbiamo continuato a crescere e inserire nuovi servizi e nuove attività, sperimentando dal 2017 la tecnologia del criogenico, per il raffreddamento delle celle frigorifere.

Siamo cresciuti sempre in modo organico”, tiene a sottolineare Laura Bertulessi, “trasformando le esigenze espresse dai nostri clienti in opportunità e andando a colmare i gap di offerta nel mercato.

Nel 2018 abbiamo la realizzato la nostra prima acquisizione, Mazzocco S.r.l., realtà specializzata nella catena del freddo come corriere refrigerato con una rete distributiva capillare. È stata per noi l’occasione di integrare un servizio last mile in aree geografiche dove non avevamo ancora una presenza diretta”.

Crescere diversificando e creando opportunità

“Il mondo della logistica e ancor più del trasporto vive negli ultimi anni una fase di riorganizzazione”, interviene a spiegare lo scenario di mercato Sante Maiolica, Partner di Grant Thornton. “Vediamo una marcata contrazione nel numero delle imprese individuali dell’autotrasporto (-40% in 10 anni, fonte Infocamere) e un incremento delle operations di Merger&Acquisition tra realtà di medie e grandi dimensioni che evidenziano un trend di forte aggregazione settoriale che ha subito un’accelerazione a seguito della pandemia e che si sta consolidando. A ciò si somma una tendenza alla specializzazione che spinge a un outsourcing estremo, soprattutto oggi quando, nell’ambito della GDO, l’affermarsi di grandi player a scapito delle piccole realtà di retail richiede di interloquire con operatori logistici che abbiano dimensioni e competenze di alto livello. Competenze che hanno di fatto reso possibili le trasformazioni avvenute nell’ambito della grande distribuzione organizzata avvenute negli ultimi anni, a partire dall’integrazione dell’e-commerce.

Nel caso specifico di Italtrans, però – prosegue Maiolica -, non siamo di fronte a un’acquisizione speculativa, ma al compimento di un passo importante all’interno di una precisa strategia di diversificazione e crescita. Italtrans, infatti, ha sempre lavorato per costruire internamente nuovi servizi e nuove competenze in risposta alle trasformazioni in atto nel mercato, scegliendo di effettuare acquisizioni mirate quando si offrisse la possibilità di assorbire realtà con un alto livello di specializzazione che portassero valore, abilitando nuove opportunità di business. La medesima strategia che ritroviamo nelle successive acquisizioni effettuate nel 2022 e 2023, quando sono entrate a far parte del Gruppo Italtrans Deliverit e Frigor Trasporto Orobico”.

“Queste acquisizioni”, riprende a raccontare Laura Bertulessi, “sono state precedute da un cambio di passo per la nostra azienda. A partire dal 2018-2019, infatti, abbiamo inaugurato una serie di nuove piattaforme distributive a Calcio e a Covo che, grazie alle dimensioni importanti (parliamo di oltre 200mila mq per i due siti) e alle tecnologie di automazione implementate ci hanno permesso di far evolvere il nostro servizio di logistica in ottica multicliente, multitemperatura e multispecializzazione. In questo modo abbiamo ampliato anche il nostro orizzonte operativo, includendo non solo le realtà della GDO ma anche della produzione, sempre in ambito food.

Quando nel 2023 abbiamo arricchito ulteriormente il nostro portfolio di servizi con l’acquisizione di Frigor Trasporti Orobico, integrando logistica e trasporto della quarta gamma e prodotti freschissimi a temperatura controllata, ci siamo trovati di fronte alle sfide che accomunano tutti i percorsi di acquisizione: da un lato, come implementare nuovi sevizi e nuovi lead time in un’organizzazione già strutturata. E per superare questo punto abbiamo potuto attingere all’esperienza maturata nel tempo e nei diversi contesti. D’altro canto, avevamo la necessità anche di presentarci ai clienti con i nuovi servizi e sviluppare dialogo e senso di appartenenza al Gruppo per le nuove risorse. Su questi obiettivi abbiamo lavorato in sinergia con Grant Thornton”.

Francesca Saporiti

Estratto dell’articolo pubblicato completo sul numero di Maggio 2024 de Il Giornale della Logistica


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Comments are closed.

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL