CLS – Header banner dal 14 maggio al 31 dicembre 2018
riempitivo gdl header

Laboratori Fabrici e UPS: la lotta all’inquinamento (indoor) inzia dalla supply chain

0
TRANSPOTEC – newsbanner dal 1 ottobre al 24 febbraio 2019

Se anche i più disinformati conoscono ormai i rischi dell’inquinamento atmosferico, solo in pochi sanno che anche l’aria indoor può essere più inquinata di quella che respiriamo all’esterno.

La startup italiana Laboratori Fabrici, partendo da questo presupposto, ha ideato Clairy, un purificatore d’aria che sfrutta le piante come filtri naturali.

Inquinamento sotto controllo

Si tratta di un vaso che, filtrando l’aria attraverso le radici delle piante, riduce gli inquinanti dell’aria indoor quali benzene, ammoniaca e formaldeide.

Clairy viene fornito con un’app dedicata per smartphone e, collegandosi al WI-FI, offre analisi in tempo reale dell’inquinamento, della temperatura e dell’umidità in ambienti chiusi e in base ai dati raccolti offre agli utenti consigli pratici sulla salute.

Grazie a questa idea, Laboratori Fabrici è stata incubata in Silicon Valley nel 2015 ed è riuscita a raccogliere oltre € 500.000 in pre-ordini attraverso piattaforme di crowdfunding.

Come ti progetto la supply chain

Alessio D’Andrea, Vincenzo Vitiello e Paolo Ganis, i tre soci della start up si sono rivolti a UPS per creare una supply chain da zero che fosse in grado sia di reperire i materiali e le componenti, sia di spedire il prodotto finito a destinazioni in tutto il mondo in totale affidabilità.

Con 2.500 ordini da evadere, il tempo era un fattore critico.

“Per costruire la migliore soluzione per Laboratori Fabrici abbiamo organizzato una sessione di white board in cui un team dedicato di esperti di supply chain si è seduto a un tavolo con i tre soci della startup, li ha ascoltati e ha letteralmente disegnato la loro supply chain su una lavagna discutendo ogni processo passo dopo passo”, ha spiegato Karl Haberkorn, Country Manager, UPS Italia.

Una soluzione su misura

La soluzione offerta da UPS abbraccia l’intero processo produttivo e logistico riguardando la logistica inbound, il packaging, la gestione automatizzata degli ordini, le consegne worldwide.

Anche se la maggior parte delle componenti di Clairy sono prodotte localmente in Italia, alcune parti elettroniche sono Made in China.

Attraverso la divisione Supply Chain Solutions, UPS ha aiutato Laboratori Fabrici a trasportare i materiali provenienti dall’Estremo Oriente in modo da poter iniziare la produzione.

Clairy è costituito da un vaso in ceramica. Per preservare l’integrità di un prodotto così delicato, UPS ha offerto non solo una soluzione di packaging studiata ad hoc che garantisse l’integrità dal prodotto, ma anche il servizio assicurativo UPS Capital Insurance, che offre una maggiore copertura finanziaria in caso di perdita o danneggiamento.

Efficienza e tracciabilità

UPS ha inoltre lavorato con Laboratori Fabrici per integrare le API di UPS (servizi web) nel loro sistema informatico e sito di e-commerce.

Ora, per ogni ordine vengono generati automaticamente una fattura di consegna e fatture paperless, e tutte le consegne sono monitorabili dai clienti direttamente sul sito di Laboratori Fabrici, grazie al sistema di traking UPS.

Tutti i pacchi sono ritirati presso il sito produttivo a Pordenone da un furgone che li porta all’Aeroporto di Venezia.

Qui vengono imbarcati su un volo per l’hub aereo di UPS a Colonia, in Germania, dove vengono smistati e imbarcati su altri aerei con destinazione Europa o Stati Uniti e Asia, in modo tale da poterli consegnare il giorno successivo.

La logistica mi fa volare

Clairy è oggi utilizzato in abitazioni ed uffici in tutto il mondo e UPS sta supportando in modo proattivo la crescita dell’azienda.

“Quando lanci una start-up e hai un prodotto innovativo particolarmente apprezzato all’estero, la tua preoccupazione maggiore è come spedirlo in modo sicuro nel mondo”, ha dichiarato Alessio D’Andrea, Responsabile Operations di Laboratori Fabrici. “UPS ci ha aiutato a costruire la nostra supply chain nel dettaglio fornendoci una consulenza logistica completa che ci ha permesso di spiccare il volo”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica
Condividi
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GDL