CBRE – header banner dal 23 giugno al 23 agosto 2022

Quattro chiacchiere con Marco Candiani, STEF Italia. A qualcuno (la logistica) piace fredda

0
WORLD CAPITAL – newsbanner dal 1 giugno al 31 agosto 2022
STILL – newsbanner dal 1 maggio al 30 settembre 2022

Tra lei e la logistica, da come ne parla, c’è amore vero.

La logistica è un mestiere fantastico, il più bello del mondo. Ogni giorno qualcosa di nuovo, una sfida diversa da risolvere.

Il minimo comune denominatore?

Occorre interpretare i bisogni del cliente ed elaborare un piano di collaborazione e di sviluppo. Se vuole riassumere il tutto con una parola parlerei di “servizio”. Servire non è un’attività svilente, al contrario: significa porre a disposizione le proprie capacità rispettando chi si ha di fronte.

Quando è soddisfatto del suo lavoro?

Quando percepisco di essere stato un agente del cambiamento, quando i numeri mi confermano di aver generato valore. Un tempo l’operatore logistico si faceva carico solo di attività parziali e non strategiche. Oggi spaziamo su tutto il fronte della Supply Chain governandola in modo globale in sinergia continua con gli obiettivi del cliente. La nostra responsabilità, ma anche la potenzialità di innovazione che siamo in grado di produrre, è esponenzialmente cresciuta.

Qual è il punto di partenza?

Studiare i processi, le procedure, i numeri e calarsi nella concretezza delle Operations per identificare attività inutili, ridondanti o improprie, per esempio doppi handling o trasporti non ottimizzati.

Qual è il vantaggio di affrontare questi temi con STEF?
Siamo degli integratori di volumi che provengono da diversi mittenti/clienti e sono diretti allo stesso destinatario: la nostra abilità è creare massa critica. Ma allo stesso tempo siamo dei sarti: garantiamo a ciascun cliente la miglior gestione possibile in forza del suo modello di business o distributivo.

E come fate?
Siamo dappertutto! I numeri della nostra flotta, la rete dei nostri depositi, in Italia ed in Europa, la professionalità delle nostre persone ci permettono di identificare la migliore soluzione possibile per ciascun cliente utilizzando i nostri asset per confezionare un vestito su misura.

Lei da anni opera nella logistica del fresco. Un mercato in contrazione. La discesa dei consumi non vi crea qualche problema?

Che il mercato sia in difficoltà lo dicono i numeri. Ma STEF Italia è in contro tendenza. Come me lo spiego? Diamo al cliente esattamente i servizi attesi. Li garantiamo al giusto prezzo. Interpretiamo le necessità, le rielaboriamo e quindi proponiamo nuove modalità di gestione in grado, per esempio, di ridurre il lead time o di ottimizzare i trasporti.

L’Italia è fatta in gran parte di piccole e medie imprese. Cambia l’approccio con un grande piuttosto che un piccolo cliente?

Per un piccolo produttore diventiamo spesso lo strumento grazie al quale può internazionalizzare la sua impresa, raggiungere livelli di efficacia e di efficienza – nella gestione della logistica – cui, da solo, non sarebbe mai arrivato.

E per quanto concerne una grande impresa?

L’attenzione si concentra sull’analisi dei flussi e su come possono essere migliorati. Si tratta di clienti magari con più stabilimenti, diversi punti di stoccaggio, una rete distributiva complessa: occorre studiare a fondo i processi per individuare i punti di miglioramento, magari proponendo di riallocare gli stock intermedi.

 

  • Nome e cognome: Marco Candiani
    Dati anagrafici e personali: Marco Candiani è nato a Milano il 18 marzo 1962. E’ sposato, ha due figli, risiede a Monza.
    Studi: dopo il diploma (Liceo Scientifico Elio Vittorini di Milano) si laurea in Ingegneria meccanica presso il Politecnico di Milano cui dà seguito con un MBA presso l’Università Commerciale “Luigi Bocconi”, conseguito con frequenza serale.
    Attività professionale: dopo una prima attività consulenziale, Marco Candiani entra in CO.E.S Compagnia Edil Sanitaria come direttore della logistica. Nel 1997 è in Christian Salvesen come Operations Director, società dove rimane sino al 2001 quando avvia una collaborazione con Kuehne+Nagel (Operations Director Retail FMCG) che dura per oltre dieci anni. Quindi General manager di Servair Air Chef sino al luglio 2013 quando entra in STEF Italia in qualità di Direttore Operativo Logistica. Dal gennaio 2016 è direttore generale della medesima azienda.
    Hobbies e passioni: tutto ciò che è legato alla montagna, dallo sci all’escursionismo.
  • STEF è lo specialista europeo della logistica del freddo per tutti i prodotti agroalimentari e termosensibili. Il suo compito è garantire un collegamento affidabile tra l’industria ed i punti vendita. Il gruppo svolge e associa tutte le attività di trasporto, logistica e sistemi d’informazione per tutti i flussi a temperatura controllata (tra -25°C e +18°C). Presente in sette paesi europei (Belgio, Spagna, Francia, Italia, Paesi Bassi, Portogallo e Svizzera) conta su 15.500 collaboratori e si avvale di mezzi tecnici specifici: 225 piattaforme o magazzini ed oltre 4.000 veicoli, di cui la metà di proprietà. Il gruppo STEF ha realizzato, al 31 dicembre 2015, un fatturato di 2.826,2 milioni di Euro, in crescita del 2,2 per cento rispetto all’anno precedente (1,8 a perimetro costante).

Maurizio Peruzzi

L’articolo completo è pubblicato sul numero di aprile 2016 del Giornale


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Giornale della Logistica

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR